Sully, il cane che non abbandona Bush padre

Condividere

D'altra parte, tra i due si era creata una perfetta sintonia, proprio come l'ex presidente George H.W. Bush aveva spiegato lo scorso mese di giugno via Twitter. Sully non ha lasciato solo il suo padrone. Nello scatto il fedele amico a quattro zampe è immortalato mentre veglia la bara del suo padrone coperta dalla bandiera degli Usa. "Missione completa", ha scritto l'ex portavoce di Bush e signora, Jim McGrath, pubblicando la foto. "I cani sono così sensitivi", commenta un altro utente, chiedendosi poi quale sarà da adesso in avanti il destino di Sully. Si tratta di un cane addestrato in quanto Bush era affetto dal morbo di Parkinson e Sully era in grado di aiutarlo nella vita di tutti i giorni.

Ora Sully tornerà all'asspociazione America's VetDogs, che ha sede a New York, e lì trascorrerà le feste di fine anno. Il bel cagnone inoltre rappresentava un importante sostegno anche nel compimento di piccole azioni come ad esempio aprire una porta o raccogliere oggetti.

Gilet gialli, governo annuncia moratoria sull’aumento delle tasse dei carburanti
Sono convinto che quando metti dei francesi di buona volontà intorno a un tavolo si possono trovare delle soluzioni. Anche i giardini delle Tuileries sono stati infatti teatro di proteste , subendo danni di minor entità.

Uefa: sì a una terza competizione per club dal 2021
La vincitrice della nuova competizione avrà accesso alla UEFA Europa League per la stagione successiva . In tutto, 141 partite spalmate su 15 settimane, esattamente come l'ex Coppa Uefa .

Lutto nel giornalismo, è morto Sandro Mayer
Un amico, un maestro, un direttore speciale. "La morte di Sandro è stata davvero uno sgambetto, mi dispiace moltissimo". E' nato il 21 dicembre 1940 a Piacenza . "Sapeva trattare tutto con delicatezza e leggerezza".

Il 41esimo presidente degli Stati Uniti era costretto a utilizzare una sedia a rotelle e uno scooter elettrico a causa della malattia che lo affliggeva da tempo.

Sully ora ritornerà all'Associazione America's VetDogs prima di cominciare un nuovo lavoro con le truppe in terapie fisiche e comportamentali al Walter Reed National Military Medical Center.

Condividere