Xiaomi cresce nel mercato dei dispositivi indossabili

Condividere

Gli smartphone sono uno degli oggetti più venduti, e nel settore tecnologico, rappresetano un vero e proprio volano, in grado di trascinare il mercato. Da luglio a settembre le vendite mondiali sono aumentate dell'1,4% su base annua, a quota 389 milioni di unità.

Le vendite smartphone a livello globale crescono, seppur di poco, rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, facendo segnare un timido +1,4%, secondo l'ultimo rapporto pubblicato da Gartner. Davvero non male, se si pensa che questo prodotto, è ormai molto diffuso, e nonostante ciò continua a fare numeri pazzeschi. La compagnia coreana ha commercializzato 73,3 milioni di smartphone nel trimestre, a fronte degli 85,6 milioni registrati nel pari periodo del 2017. La causa è la forte concorrenza dei nuovi brand, competitivi e di grande caratura. Infine, sia Huawei che Samsung sono cresciute rispettivamente del 20,3% e del 91%.

Skagen Falster 2 è forse il miglior smartwartch Wear OS con funzionalità fitness
Skagen Falster 2 è forse il miglior smartwartch Wear OS con funzionalità fitness

Huawei, al secondo posto, mette a segno una crescita del 43%, passando da 36,5 a 52,2 di smartphone venduti. Il colosso cinese, praticamente escluso dal mercato americano, è primo in Cina, e sul podio in diversi paesi europei.

Sempre secondo i dati di IDC, infatti, Xiaomi ha registrato un aumento del 90,9% rispetto all'anno precedente, passando da 3,6 milioni di unità a 6,9 milioni di unità spedite, grazie al contributo di Mi Band 3, disponibile da fine maggio, e alle espansioni commerciali nei mercati globali quali Europa, India, Medio Oriente e Africa. Al quarto posto si è piazzata Xiaomi con 33,2 milioni di smartphone venduti, contro i 25,8 milioni del terzo trimestre 2017. In quinta posizione un'altra cinese, Oppo, che riporta una crescita leggermente meno importante, ma comunque significativea.

Terremoto Nuova Caledonia, scossa di 7.5 gradi: evacuate coste per allarme tsunami
L'epicentro si è verificato a Balsorano, zona a sud-est del capoluogo abruzzese. NUOVA SCOSSA Ancora una scossa sismica in Nuova Caledonia .

Tasso disoccupazione ottobre su al 10,6%
Leggendo il rapporto Istat si può notare come la disoccupazione giovanile sia aumentata, seppur lievemente, attestandosi al 32,5%. Il tasso di occupazione in questa fascia centrale perde 0,1 punti sul mese e avanza di 0,3 punti sull'anno fissandosi al 73,5%.

Multe a Tim, Wind e Tre per bollette a 28 giorni
La Tim è stata multata per un milione è mezzo di euro, mentre Wind Tre ha subito una sanzione di 870mila euro . E' quanto stabilito da tre distinte delibere dell'Agcom .

Condividere