'Ndrangheta: 90 arresti tra Italia, Europa e Sud America

Condividere

La stessa operazioni infatti ha portato all'arresto in diversi Stati europei e del Sud America, di altre 90 persone accusate, a vario titolo, di reati quali associazione dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, associazione mafiosa, riciclaggio, fittizia intestazione di beni ed altri reati, aggravati dalle modalità mafiose.

Per quanto riguarda l'Italia, alle indagini hanno collaborato anche la Procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria e i reparti della Polizia di Stato e della Guardia di finanza. Ma anche in Germania, in Belgio, in Olanda e in alcuni paesi oltreoceano come il Costa Rica e la Colombia da dove partiva la cocaina acquistata dalle famiglie mafiose di San Luca e di Natile di Careri.

Spelacchio o Spezzacchio? Polemica infinita sull’albero di Natale di Roma
Un signore si chiede se non sia finto, mentre una signora spera solo che non si tratti di un altro Spelacchio: "Speriamo sia migliore".

Per l'Ocse l'Italia spende troppo per le pensioni di reversibilità
Per questo i destinatari non dovrebbero ricevere la pensione prima dell'età del ritiro dal lavoro. La pensione può essere erogata per intero nel caso di coniuge superstite con due o più figli.

Gilet gialli, governo annuncia moratoria sull’aumento delle tasse dei carburanti
Sono convinto che quando metti dei francesi di buona volontà intorno a un tavolo si possono trovare delle soluzioni. Anche i giardini delle Tuileries sono stati infatti teatro di proteste , subendo danni di minor entità.

Una rete gigantesca che dai paesini della Locride si estende fino al Sud America, passa per l'Europa e trasforma fiumi di cocaina in immobili, imprese, attività.

"Per la prima volta - aggiunge la parlamentare -, un team europeo di investigatori provenienti da Paesi diversi ha lavorato in sinergia per un'indagine comune che ha assestato un colpo formidabile alla 'ndrangheta e alle sue ramificazioni estere". Il blitz di oggi è il frutto di un lungo lavoro investigativo svolto da una squadra investigativa comune costituita presso Eurojust tra la magistratura e le forze di polizia di Italia, Paesi Bassi e Germania. In manette sarebbe finito anche l'attuale reggente della cosca Pelle.

Condividere