Canada, direttrice finanziaria Huawei arrestata su richiesta degli Usa

Share

La carriera della Wanzhou in Huawei comincia presto.

Pacata la replica di Huawei, che in una nota ufficiale sottolinea che Meng "affronta accuse non specificate" e che all'azienda cinese siano state fornite "poche informazioni riguardanti le accuse". Per il quotidiano cinese Global Times, che esprime il punto di vista di Pechino, lo scopo degli Usa è danneggiare la reputazione di Huawei minando al suo ruolo di gigante nel mercato mondiale.

Dal canto suo Huawei ha sostenuto di avere agito nel rispetto delle norme in vigore.

Secondo il senatore repubblicano Ben Sasse l'arresto è legato alle sanzioni statunitensi nei confronti dell'Iran, come d'altronde sostengono anche New York Times e Wall Street Journal.

'Ndrangheta: 90 arresti tra Italia, Europa e Sud America
Per quanto riguarda l'Italia, alle indagini hanno collaborato anche la Procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria e i reparti della Polizia di Stato e della Guardia di finanza .

Che tempo che fa: 2 dicembre 2018, ospiti e anticipazioni
Il campione ha raccolto nel libro 99 citazioni motivazionali collegate ad altrettante storie di imprese sportive. L'opera andrà in scena fino all'8 gennaio 2019.

Bohemian Rhapsody - La Sentinella
E' soprattutto un superlativo e mimetico Rami Malek a rendere palpabile la magia scenica che fu di Freddie Mercury . Quando: giovedì 29 novembre e in replica mercoledì 5 dicembre .

Dopo l'arresto della donna è sceso in campo anche il governo cinese, che ha chiesto a Canada e Stati Uniti di "chiarire immediatamente" le ragioni di tale arresto. Sulla dirigente del colosso cinese della telefonia grava una richiesta di estradizione da parte degli Stati Uniti. Ad aprile 2018 ZTE era stata oggetto di un bando imposto dal Dipartimento del Commercio Usa che impediva all'azienda di acquistare componenti da fornitori americani. L'arresto è già un caso diplomatico e il timore che faccia naufragare i tentativi di distensione tra Usa e Cina ha già affossato i mercati asiatici.

"Huawei è diventata un ostaggio nella guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti", ha commentato il Ceo del sito web di news sull'industria delle telecomunicazioni cctime.com, Xiang Ligang, citato dal tabloid Global Times, uno dei più influenti giornali cinesi.

L'arresto di Meng è avvenuto il giorno stesso dell'annuncio della tregua commerciale tra Stati Uniti e Cina, decisione che ha fermato per 90 giorni i dazi imposti sui rispettivi prodotti importati. L'azienda cinese sarebbe stata esclusa dalla fornitura di tecnologie per al realizzazione delle reti di prossima generazione 5G in Gran Bretagna. A dicembre invece il gruppo britannico BT aveva eliminato Huawei dalle operazioni relative alle reti 3G e 4G.

Share