Trump congela aumento dazi doganali a merci provenienti da Cina

Share

A margine del vertice del G20 a Buenos Aires, Donald Trump ha incontrato il presidente cinese Xi Jinping. Secondo, il suo rappresentante Lighthizer aveva dichiarato di aspettarsi che l'incontro sarebbe stato "un successo", anche perché senza un risultato positivo la missione del presidente a Buenos Aires sarebbe stata un fallimento. Terzo, poco prima Usa e Cina avevano accettato diversi compromessi al tavolo del G20, proprio per fare in modo che si arrivasse ad un testo comune condiviso, creando quindi un clima positivo per la discussione tra i due leader. Forse dietro c'era solo la fretta di Trump e Xi di ripartire, o forse il negoziato era finito un po' più velocemente di quanto ci si aspettasse, in una direzione o nell'altra. Alle cinque e mezza del pomeriggio è cominciata, ed è durata quasi tre ore, lasciando capire che il dialogo procedeva.

L'Accordo di Parigi rimane "la stella polare" per ciò che concerne i cambiamenti climatici, ha detto il premier Giuseppe Conte nel suo intervento alla sessione di lavori di stamane del G20.

Genoa, parla Perinetti: "Usciremo da questo momento negativo. Juric? Abbiamo riflettuto e…"
La squadra da tempo si sta esprimento a buoni livelli. "È una partita importante, ma non è decisiva ". Oggi abbiamo preso due gol paradossali, il secondo addirittura a tempo scaduto.

Xiaomi cresce nel mercato dei dispositivi indossabili
In quinta posizione un'altra cinese, Oppo, che riporta una crescita leggermente meno importante, ma comunque significativea. Al quarto posto si è piazzata Xiaomi con 33,2 milioni di smartphone venduti, contro i 25,8 milioni del terzo trimestre 2017.

Anticipazioni Uomini e Donne: Gemma Galgani lascia il trono over?
La vamp di Uomini e Donne avrebbe concluso l'intervista, riservando parole d'amore per il fidanzato: "È stato tutto inaspettato". Che diranno i figli della vamp? "Le do un 6 di stima, certo che potrà migliorare".

La Casa Bianca ha riassunto i termini della tregua in due punti. Le delegazioni dei due Paesi hanno degustato un controfiletto con cipolle rosse, formaggio caprino e datteri, accompagnato da un vino rosso argentino Malbec, tra vasi di fiori e lampadari di cristallo, mentre discutevano le sorti dei loro rapporti commerciali che hanno provocato fluttuazioni sui mercati finanziari mondiali. Secondo quanto riferisce il Washington Post, Trump e Xi hanno concordato di "iniziare immediatamente" i colloqui sulle politiche industriali cinesi, comprese le licenze coercitive della tecnologia degli Stati Uniti, il furto di segreti commerciali e le barriere commerciali non tariffarie.

Per sbloccare la situazione il presidente americano ha promesso che dal primo gennaio non scattera', come era previsto, l'aumento al 25% delle tariffe su una serie di prodotti 'made in China' dal valore complessivo di 200 miliardi di dollari, quelli su cui gli Usa hanno gia' fatto scattare un dazio del 10%, dall'acciaio all'elettronica.

Share