Macron si prepara a un nuovo assalto dei gilet gialli

Share

Circa 50 fermi preventivi, di persone trovate in possesso di maschere, fionde e martelli.

È scoppiata la polemica in Francia per un video che ha fatto il giro della rete che mostra decine di studenti di un istituto superiore del sobborgo parigino di Mantes-la-Jolie, in ginocchio, con le mani dietro la testa, nel corso di una retata della polizia. Come riporta 'Liberation', il ministero dell'Interno ha spiegato che "122 persone sono state arrestate e trattenute in custodia dalla polizia".

Manovra, nuovo congedo di maternità: si potrà lavorare fino al parto
Un altro emendamento alla manovra approvato in commissione prevede che, nel 2019, il congedo obbligatorio per i papà salga a cinque giorni , rispetto ai quattro attuali.

'Ndrangheta: 90 arresti tra Italia, Europa e Sud America
Per quanto riguarda l'Italia, alle indagini hanno collaborato anche la Procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria e i reparti della Polizia di Stato e della Guardia di finanza .

Terremoto Nuova Caledonia, scossa di 7.5 gradi: evacuate coste per allarme tsunami
L'epicentro si è verificato a Balsorano, zona a sud-est del capoluogo abruzzese. NUOVA SCOSSA Ancora una scossa sismica in Nuova Caledonia .

Gli agricoltori hanno indetto una protesta al giorno la prossima settimana in solidarietà con i gilet gialli, mentre il sindacato dei camionisti ha disdetto oggi lo sciopero a tempo indeterminato che era in programma da domenica prossima. Il ministro ha tuttavia invitato a tenere in considerazione il "contesto" di violenze dell'operazione. Il ministro non ha nascosto che gli scontri potrebbero essere ben più gravi di quelli di sabato scorso: il timore è che i manifestanti, quelli più violenti, facciano ricorso all'uso di armi per ferire, o addirittura uccidere, i poliziotti.

Parigi si barrica in casa, chiusi tutti i musei I principali monumenti e musei della capitale francese rimarranno chiusi, a cominciare dal Louvre, la Tour Eiffel, Arc de Triomphe e l'Opera. Le proteste sono state accompagnate da scontri tra dimostranti e polizia, assalti, incendi dolosi e danni alle vetrine di negozi e banche. Due auto e decine di cassonetti sono stati incendiati. Ora, aveva aggiunto, è il momento che il presidente Macron prenda la parola, una richiesta ribadita anche da altri membri del movimento di protesta.

Share