Serie A, Cagliari-Roma 2-2: i giallorossi buttano altri due punti

Share

45′ - Il Cagliari vicino al gol con Farias che però si imbatte in un Olsen reattivo: il portiere giallorosso para prima che il pallone finisca nell'angolino. Bravi i sardi a crederci; atteggiamento della Roma inspiegabile.

RADDOPPIO KOLAROV - Nel momento migliore per i sardi, arriva il raddoppio della Roma: lo firma Kolarov su punizione con una deviazione decisiva di spalla di Cerri, che inganna Cragno.

Una partita incredibile. Che sembrava già terminata e a un certo punto indirizzata verso la goleada. Primi 20 minuti ancora ad appannaggio della Roma, con Zaniolo in grande spolvero. Passata in vantaggio, la Roma continua a costruire pericoli in serie: Under di un soffio al lato, Cristante da fuori idem, Schick che non riesce a ribadire in rete la solita palla tagliata bassa di Kolarov (succederà anche nel finale).

"Avengers 4": il primo trailer e i dettagli sul nuovo film Marvel
Sarà il film conclusivo della saga, come suggerisce il titolo? "Ufficialmente finite le riprese di Avengers 4 ". Marvel ha pubblicato il primo trailer ufficiale del quarto film degli Avengers .

Addio a Gigi Radice: fu calciatore e tecnico del Milan
Allenatore per 30 anni, fino al 1997, guidò il Monza in B, i granata, l'Inter , il Milan , la Fiorentina , la Roma e il Bologna . Poi venne esonerato dopo una furiosa lite con Vittorio Cecchi Gori . "Sì, ma abbiamo pareggiato".

Genoa, parla Perinetti: "Usciremo da questo momento negativo. Juric? Abbiamo riflettuto e…"
La squadra da tempo si sta esprimento a buoni livelli. "È una partita importante, ma non è decisiva ". Oggi abbiamo preso due gol paradossali, il secondo addirittura a tempo scaduto.

Marcello Carli, direttore sportivo del Cagliari, ha rilasciato alcune dichiarazioni in zona mista dopo il pareggio in rimonta contro la Roma: "Cos'è successo?" I capitolini rifiatano, poi trovano addirittura il raddoppio con Kolarov, la cui punizione dai 30 metri beffa il portiere avversario a causa del tocco in barriera di Cerri. Il Cagliari, però, crea pochissimo, mentre la Roma sfiora il tris con Zaniolo, che trova sulla sua strada per due volte uno strepitoso Cragno. In particolare la prima parata è strepitosa, a mano aperta sotto il sette.

La scelta di affidarsi ai giovanissimi lì davanti paga, la partita si mette subito bene ma alla fine la sua squadra butta via tutto con un finale folle: Roma troppo schiacciata (i cambi non aiutano), ne approfitta il Cagliari. Allora Di Francesco si concede un paio di esperimenti offensivi dubbi, con Luca Pellegrini esterno alto d'attacco e Pastore punta nel finale. La squadra è implosa, concedendo terreno al Cagliari e subendo il primo gol (Ionita su azione da calcio d'angolo). L'attaccante sardo poi a fine gara, a Sky, ha parlato così: "Era praticamente impossibile riprendere questa gara ma ce l'abbiamo fatta e questo risultato ci dà tanto morale". Stesso copione per Ceppitelli, giallo e poi rosso diretto. Sembra finita, con il Cagliari in 9 e pochi secondi ancora da giocare, ma i giallorossi fanno la frittata lasciandosi scappare Sau, su un lancio lungo di Ionita. Di Francesco è incredulo, i tifosi della Roma anche.

Share