Ausilio: "Dybala poteva essere dell'Inter, siamo affezionati a Kovacic. Coutinho rimpianto"

Share

Dopo il retroscena svelato da Monchi nella trattativa che ha portato Radja Nainggolan in nerazzurro e Nicolò Zaniolo in giallorosso, anche il direttore sportivo dell'Inter, Piero Ausilio, ha rilasciato alcune dichiarazioni, rivelando a sua volta, un altro retroscena di mercato, nell'intervista rilasciata a 'Sky Sport', nello speciale 'Il Codice Ausilio'. Ecco i temi principali affrontati dal direttore sportivo dell'Inter nella chiacchierata con Gianluca Di Marzio, aggiornati estratto dopo estratto dalla nostra redazione. "C'è stato il pensiero di riportarlo all'Inter, ma non c'è stato mai niente di concreto".

"Io non ci credevo fino in fondo, allo stesso tempo però non vedevo perché non si potesse sognare". Sia io che Branca e tutta l'area tecnica dell'Inter avremmo tenuto il brasiliano per 20 anni, ma c'era un dato di fatto legato ai numeri: non giocava. Su tutti penso a Bonucci: è stato sacrificato in un'operazione con il Genoa nell'estate 2009 che ha portato all'Inter Milito e Thiago Motta.

Quale è l'operazione che ancora non ti è andata giù? "Mio figlio, che gioca in una squadra amatoriale, mi ha sempre fatto una testa così per Kluivert".

"Non mi dà fastidio a livello di lavoro perché in realtà non è mai cambiato nulla per me. Quello che oggi possiamo dire ai nostri tifosi è che stiamo lavorando duramente per far tornare l'Inter a vincere, il più presto possibile".

Sampdoria, Giampaolo: "Il rigore concesso alla Juventus è un regalo assurdo"
Se allenassi una squadra avversaria sarei avvilito per questa Juve? Ma per vincerla bisogna arrivare bene alla competizione. Fino a dicembre abbiamo fatto bene, ma ciò che conta è far bene da gennaio in avanti. È andato più volte vicino a far gol.

New York, esplosione nel Queens: il cielo si tinge di blu fosforescente
Il cielo di New York improvvisamente blu , un blu cobalto mai visto , ha fatto pensare di tutto agli abitanti della Grande Mela . E in effetti la scia luminosa, di un azzurro inconsueto, ha solcato il cielo a intermittenza.

Missili a Damasco, difese antiaeree in azione: tensione tra Israele e Siria
La contraerea siriana ha aperto il fuoco contro quelli che i media locali hanno definito "obiettivi nemici" nei pressi di Damasco. Foto pubblicate sui social hanno mostrano l'esplosione di un missile antiaereo nelle vicinanze della città israeliana di Hadera.

Sugli obiettivi di Suning: "Suning è ambiziosa, vuole che l'Inter torni a vincere, non che si accontenti di essere seconda, terza o quarta". Era un mondo nuovo, riconosco loro la capacità nell'assorbire le cose, nell'imparare e fare subito bene. Difficile che ci si faccia condizionare dal movimento mediatico.

E' considerato tra i giocatori più forti della Serie A.

RONALDO - "Non saremo stati pronti per Cristiano Ronaldo". Non saprei, era un giocatore che stimavo, ma in quel momento ho pensato che forse all'Inter non avrebbe avuto lo spazio che merita un giovane come lui.

Share