Aumento pedaggi autostradali, Mit: "Fiduciosi sul blocco"

Share

Per il futuro invece prevediamo pedaggi più bassi perché direttamente collegati con gli investimenti effettivi e non più presunti da parte dei concessionari. "Vi auguro dunque, e auguro a tutti noi, un 2019 ricco di tante altre grandi vittorie, sempre a favore dei cittadini onesti". La società ha deciso di sospendere gli aumenti dei pedaggi approvati dal governo a fine 2017 e quelli previsti dalla Convenzione vigente per il 2019.

A tale accordo, raggiunto nella giornata di ieri, in base alle indicazioni che ci risulta il Suo Dicastero ha fornito ad ANAS SpA, la stessa ha però aggiunto la pretesa di applicare sul valore delle rate posticipate, pari a 112.000.000 di euro, un tasso di interesse del 6% annuo al posto del tasso legale, come peraltro dal MIT indicato.

Venezia, con la manovra arriva il "ticket di ingresso"
Riguarderà solo i visitatori giornalieri e sarà alternativa all'attuale imposta di soggiorno, pagata da chi alloggia in hotel. Più difficile sarà applicarla ai passeggeri dei treni, come a chi arriva con l'auto privata.

Calcio: il Napoli subito a lavoro, Ancelotti sfida Spalletti
Volevamo pareggiarla, ma Meret è stato davvero bravo. "Il supporto dei tifosi l'ho sentito fin dal ritiro". Fragilità mentale? Assolutamente no, Alex è eccezionale e si è sempre espresso ad ottimi livelli.

Kenya, la polizia: "Silvia Romano è viva ed è ancora nel Paese"
Ibrahim Adan Omar era stato arrestato l'11 dicembre e trovato in possesso di un kalashnikov e di un centinaio di munizioni. La 23enne milanese ha una grande passione per l'Africa.

Strada dei Parchi, concessionaria delle autostrade A24 e A25, blocca di propria iniziativa gli aumenti dei pedaggi, di circa il 19 per cento, che sarebbero scattati oggi a mezzanotte. "È Toninelli l'unico che può intervenire per congelare l'aumento dei pedaggi; continuiamo a ribadire che le popolazioni, ed in particolare delle aree interne, sono schiacciate nell'indecente braccio di ferro che si sta consumando, oramai, da troppo tempo tra Ministero e società concessionaria" avevano spiegato i sindaci riferendosi alle promesse del governo di sterilizzare gli aumenti delle tariffe su gran parte della rete autostradale. "Strada dei Parchi si dice fiduciosa che il MIT possa mettere al più presto la Concessionaria di A24 A25 e A25 nella possibilità di sottoscrivere il nuovo 'Piano economico e finanziario', in modo da affrontare in via definitiva la questione degli adeguamenti tariffari".

Dal su canto l'Anas ha fatto sapere che proprio oggi si è riunito il cda che in mattinata "ha deliberato di avviare una negoziazione" anche con il Mit per "differire le rate 2017 e 2018 dovute da Strade dei Parchi per il corrispettivo della concessione, nonostante l'articolato e annoso contenzioso in essere". Secondo quanto si è appreso, il Mit avrebbe comunicato all'Anas, come stabilito, la disponibilità alla restituzione a Sdp dei rimborsi relativi a sconti sui effettuati negli ultimi tre anni, vicenda sulla quale c'è una controversia legale tra le parti. "Gli aumenti dei pedaggi autostradali saranno un colpo mortale per i nostri territori, non ci fermeremo a questo presidio, la lotta andrà avanti, dal primo dell'anno". Toninelli. Contro i rincari i sindaci interessati hanno annunciato una manifestazione il 31 dicembre alle 9 nel casello dell'Aquila ovest.

Share