Fattura elettronica al via: le cose da sapere per partire

Share

Dal 2015 in Italia la fatturazione elettronica era diventata obbligatoria per tutti i fornitori della Pubblica amministrazione esattamente come in molti Paesi europei dov'è limitata alle operazioni nei confronti della Pa. La Francia applica la fatturazione elettronica solo alle grandi imprese mentre Danimarca, Austria e Spagna in modo più completo.

Un altro strumento molto utile per gli operatori e anche per i loro intermediari è quello che permette il download massivo dei file delle fatture elettroniche emesse, ricevute o messe a disposizione. Tra gli altri, un'apposita sezione dell'area tematica sulla fatturazione elettronica del sito dell'Agenzia raccoglie una serie di risposte ai principali dubbi sollevati dagli operatori. I dati obbligatori da riportare nella fattura elettronica - ricorda Coldiretti - restano gli stessi delle fatture cartacee.

Ci si può appoggiare al programma gratuito scaricabile dal sito dell'Agenzia delle Entrate, o ad un programma di gestione contabile o di fatturazione presenti in commercio. Ne sono esonerati infatti gli operatori (privati o imprese) che rientrano nel cosiddetto "regime di vantaggio" e quelli che rientrano nel "regime forfettario". Si potranno trasmettere e ricevere per mezzo del Sistema di Interscambio messo in piedi dall'Agenzia delle Entrate.

In secondo luogo, il fornitore dovrà comunque consegnare o spedire copia della fattura, in formato analogico o in formato digitale, all'acquirente: questo per non obbligare il destinatario a registrarsi presso l'Agenzia delle Entrate per scaricare la fattura elettronica. Addio, dunque, alla vecchia fattura cartacea, sostituta da quella in formato elettronico per tutti i professionisti, salvo alcune eccezioni.

Si arricchiscono ancora i servizi della piattaforma Fatture e corrispettivi. L'unica informazione aggiuntiva è la necessità di avere l'indirizzo telematico del cliente al quale inviare la fattura. Quest'ultima viene prodotta in formato digitale e inviata al cliente attraverso il Sistema di interscambio (Sdi) il quale emette a sua volta la "ricevuta di recapito", che rappresenta la garanzia che il documento è stato ricevuto.

È fondamentale dotarsi di un software di fatturazione in formato "XML", (eXtensible Markup Language), linguaggio informatico che consente di definire e controllare il significato degli elementi che sono contenuti in un documento e verificare le informazioni al fine dei controlli previsti per legge; è l'unico formato consentito per poter emettere Fatture Elettroniche.

Russia: bimbo trovato vivo sotto macerie
Oggi i soccorritori che dalla notte scorsa stanno scavando tra le macerie hanno ritrovato altri due corpi senza vita. I soccorritori sono riusciti a individuarlo ed estrarlo dalle macerie dopo averlo sentita piangere.

Rotterdam, arrestati quattro terroristi: stavano progettano un attentato
Quattro persone sono state arrestate stamane a Rotterdam perché sospettate di pianificare un attentato. Le autorità non hanno fornito ulteriori dettagli sull'attacco che i quattro stavano preparando.

Il Napoli soffre fino alla fine e batte 3-2 il Bologna
Il centravanti però fa appena in tempo ad esultare prima di lasciare il campo per un infortunio riportato in avvio di gara. Il Bologna non molla e pareggia all'80' con Danilo ancora sugli sviluppi di una punizione.

Per permettere ai contribuenti di arrivare preparati al primo gennaio 2019, inoltre, l'Agenzia delle entrate ha attivato diversi servizi.

Chi compila la fattura elettronica la invia direttamente al sistema di interscambio, che poi si occupa di farla giungere al destinatario.

L'Agenzia mette poi a disposizione sul proprio sito un servizio che consente di pagare l'imposta di bollo con addebito su conto corrente bancario o postale, o utilizzando il modello F24 predisposto dall'Agenzia stessa.

La platea stimata è di circa 5 milioni di professionisti.

Infine, la fattura elettronica (sia emessa sia ricevuta) deve essere conservata digitalmente per almeno 10 anni, ed è possibile appoggiarsi a un servizio di outsurcing per garantire la corretta conservazione di tutti i file.

Share