Di Maio: "Il reddito di cittadinanza è solo per cittadini italiani"

Share

"Sono stati 20 anni in cui, per la colpa della classe politica che ha voluto l'euro, - ha ricordato di Maio - sono stati distrutti i diritti sociali dei cittadini, le vite di centinaia e centinaia di imprenditori che hanno dovuto pagare più tasse rispetto al passato".

Nell'ultima bozza del decreto legge elaborata dal Ministero del Lavoro, coloro che vogliono avanzare richiesta per il reddito di cittadinanza, i potenziali beneficiari del sussidio, devono presentare la domanda a Poste italiane, attraverso l'apposito modello telematico, dal 1° marzo.

- CHI PUO' CHIEDERLO: sia per il Rei sia per il RdC si potrà chiedere se cittadini italiani o comunitari con diritto di soggiorno o di paesi extracomunitari con permesso di soggiorno di lungo periodo.

Il decreto dovrebbe contenere anche la norma sullo stop all'aumento dei requisiti per l'anticipo con legge Fornero a a 42 anni e 10 mesi che produrrà ulteriori uscite uscite anticipate, e la reintroduzione dei Consigli di amministrazione per INPS e INAIL, dopo dieci anni dalla loro abolizione.

Читайте также: Botta e risposta trash tra Salvini e J-Ax: "Bacini spalmati al cioccolato"

Il reddito di cittadinanza verosimilmente partirà dal prossimo aprile. Forse, o almeno così nelle volontà del Movimento 5 Stelle, che ha inserito il progetto nella legge di bilancio e che sul reddito si gioca gran parte della propria credibilità. Sulla base di questa cifra, l'importo medio del reddito è di 493 euro al mese per i nove mesi del 2019, considerando una platea di 1 milione e 375mila famiglie. Tra questi, quelli composti da stranieri regolari in Italia da più di cinque anni sono circa 200 mila, circa un sesto. Così il vicepremier e ministro del Lavoro Luigi Di Maio ad Alleghe, nell'ambito di una ricognizione sui luoghi colpiti dal maltempo ad ottobre in Veneto.

Il testo stabilisce come criteri di accesso una soglia Isee fino a 9.360 euro, un valore di immobili fino a 30 mila e il patrimonio mobiliare netto di 6.000 euro (se single), 8.000 (se coppia), 10.000 (se famiglia di 3 persone), quota maggiorata di 5.000 euro in caso di disabili presenti in famiglia. Sono esclusi dal contributo i carcerati, i lungo degenti nelle strutture pubbliche e i disoccupati a seguito di dimissioni volontarie nel corso del biennio precedente.

La pensione di cittadinanza sarà invece corrisposta agli anziani che vivono in un nucleo familiare composto solo da ultra sessantacinquenni. Oltre all'Isee non superiore a 9.360 euro, per ottenere il sussidio i pensionati non dovranno avere redditi familiari oltre 7.560 euro. Insieme al reddito di cittadinanza sarà istituita la pensione di cittadinanza. Bisognerà quindi vedere come sarà accolta la modifica dai vari organismi che si occuperanno di valutare il provvedimento, a partire dalla Corte Costituzionale in Italia e dalla Corte di Giustizia europea.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2019 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Share