Referedum, altro scontro al governo. Salvini: "Serve quorum". Fraccaro: "Va cancellato"

Share

Al centro del dibattito è finito il quorum referendario: il Movimento 5 Stelle ha presentato una proposta di legge costituzionale, che andrà all'esame della Camera a metà gennaio, volta a introdurre il referendum propositivo e l'abolizione del quorum. Una dichiarazione che ha scatenato la reazione di Riccardo Fraccaro, ministro per i Rapporti con il Parlamento, che ha commentato: "Il contratto prevede che sia cancellato".

"Coinvolgere i cittadini è fondamentale" afferma Matteo Salvini al Tg3, sottolineando che "la Svizzera è un modello, però un minimo di quorum bisogna metterlo altrimenti qui si alzano in dieci la mattina e decidono cosa fare".

Riccardo Fraccaro, ministro per i Rapporti con il Parlamento, difende le prerogative parlamentari in materia di riforme ma ricorda al collega quanto pattuito al momento della nascita della coalizione gialloverde.

Saranno 67 gli emendamenti che saranno presentati dal Pd alla proposta di legge costituzionale sul referendum propositivo. Il vicepremier leghista Matteo Salvini ha annunciato che nel referendum è necessario mantenere un minimo di quorum. "In ogni caso non presentiamo nessun emendamento ostruzionistico e siamo pronti a votare qualsiasi quorum decente". Imprescindibile per i Democratici è la necessità del quorum perché "non si può eliminare del tutto l'esigenza affidandosi al solo voto dei partecipanti, lasciando la strada aperta a possibili dittature di minoranze". Un emendamento in arrivo sarà quindi proprio della Lega, e chiederà di introdurre un quorum del 33 per cento (anche Leu e Pd sono favorevoli all'introduzione di un quorum). Anzi, un referendum propositivo col quorum ridotto avrebbe la funzione "legittimante" di una verifica periodica della rispondenza del Parlamento al volere dei suoi datori di lavoro: un salutare "recall" per tenere i parlamentari sulla graticola ed evitare che si sentano onnipotenti e sciolti dagli obblighi con chi li ha mandati lì. Ma il Movimento 5 Stelle non ci sta, insiste sul "quorum zero" e ricorda che così è scritto nel contratto di governo firmato da entrambi.

Calciomercato Inter, Modric deluso dal Real: "Non possiamo fare sempre una cagada"
Molti giocatori non stanno giocando su alti livelli, non si può iniziare di m***a ogni partita e rincorrere ogni volta. Questi sono solo alcuni messaggi che si possono leggere sul web.

Terremoto a Isernia, paura per una scossa di magnitudo 3.0 alle 10.50
Una scossa di terremoto di magnitudo 3 .0 ha colpito la Provincia molisana di Isernia alle 10.50 di oggi 6 gennaio 2019. I sismografi dell'Ingv hanno rilevato che si è verificata alla profondità di nove chilometri.

Hopman Cup, Kerber e Zverev ok: Germania batte Francia
Sia Williams che Federer hanno vinto il loro incontro singolo, giocato rispettivamente contro Bencic e Tiafoe. Nelle interviste post-gara sono arrivati i recripoci complimenti.

Sulla stessa linea anche il presidente del Senato, Elisabetta Casellati in un'intervista al Corriere della Sera: "Gli strumenti di democrazia diretta ci sono e hanno sempre rappresentato un arricchimento".

Al di là del quorum, le opposizioni chiedono anche una restrizione degli ambiti che un referendum propositivo potrebbe affrontare.

Se il referendum divide, i tagli agli stipendi dei parlamentari, invece, uniscono. I quali si coalizzerebbero per sfruttare quell'isolamento nelle urne e ribaltare leggi scomode e imporre norme a proprio uso e consumo "cammellando" le piccole minoranze di elettori che riescono a controllare.

Share