Sorpresa sui vaccini, anche Grillo firma il manifesto di Burioni

Share

Che sul suo sito scrive: "Oggi è successa una cosa molto importante: Beppe Grilloe Matteo Renzihanno sottoscritto (insieme a molti altri), un patto a difesa della scienza". È un po' come mettere insieme il Diavolo e l'Acqua Santa. La firma dell'appello di Burioni, però, li ha fatti scatenare e li ha fatti uscire definitivamente allo scoperto.

Oltre a questi commenti che possono rappresentare un esempio del vasto campionario proposto sulla bacheca di Beppe Grillo, ci sono una serie di persone che hanno accusato il fondatore del Movimento di "tradimento" e di essersi "venduto alle case farmaceutiche".

Ho ricevuto questo appello per sostenere la scienza da parte del Professor Guido Silvestri, perchè il progresso della scienza deve essere riconosciuto come un valore universale dell'umanità. "Nella scienza non si crede: o si capisce oppure non si capisce", recita il post.

Cacciari vs Bongiorno, duro scontro in tv sul decreto sicurezza di Salvini
Roma - Il filosofo, ed ex sindaco di Venezia, Massimo Cacciari (Venezia, 1944), è andato su tutte le furie stasera in diretta televisiva su La 7, ospite di Lilli Gruber a "Otto e mezzo".

La Camera Usa vota per superare lo Shutdown, ma resta l'impasse
Il presidente Trump starebbe valutando il nome di Jim Webb come nuovo segretario alla Difesa (Nyt). Questo è parzialmente paralizzato per mancanza di fondi da oramai due settimane.

Chelsea, Sarri: "Barella? Se parte Fabregas serve un rimpiazzo"
L'abbraccio tra Cesc Fabregas e Mauirizio Sarri dopo l'uscita dal campo dello spagnolo nella sua ultima partita in Blues. In vista della possibile partenza di Fabregas , il club londinese infatti si è già messo alla ricerca di un sostituto.

"Mi impegno a non sostenere o tollerare in alcun modo forme di pseudoscienza e/o di pseudomedicina che mettono a repentaglio la salute pubblica (negazionismo dell'Aids, anti-vaccinismo, terapie non basate sull'evidenza scientifica, etc.)". Il rapporto matematica/realtà naturale non è ancora del tutto chiaro. Tutte le forze politiche italiane si impegnano a implementare programmi capillari di informazione sulla Scienza per la popolazione, a partire dalla scuola dell'obbligo, e coinvolgendo media, divulgatori, comunicatori, e ogni categoria di professionisti della ricerca e della sanità.

La scienza unisce anche i nemici più acerrimi. Ma che anche la scienza, e il suo mondo, hanno bisogno di sopravvivere, come qualunque altra cosa. Un documento che mira a proteggere la scienza dalle divulgazioni di bufale e di pseudoscienzati.

L'appello si rivolge proprio ai leader delle forze politiche italiane e chiede loro di sostenere, attraverso le loro decisioni, la scienza, al di là di qualsiasi orientamento politico.

Share