Andy Murray si ritira dal tennis: "Troppo dolore all'anca"

Share

Murray si ritira perché non vuole più sentire dolore, rivendicando anche in questo una sorta di normalità, e le lacrime che hanno accompagnato l'annuncio sono sembrate più di imbarazzo per una commozione che alla fine è più personale che pubblica. "Penso e spero di poter continuare a giocare fino a Wimbledon, perché è lì (dove ha vinto due volte ndr), che vorrei chiudere la carriera, spero di farcela".

Una domanda innocua, "Come stai?". "Sto certamente meglio rispetto a 6 mesi fa, ma sento ancora dolore" ha detto il rivale storico di Djokovic, attuale numero 1 del mondo, con il quale si è incontrato 36 volte, 7 delle quali in finali dello Slam, e con un bilancio di 25 vittorie a 11 per il serbo. Ha giocato 14 partite dal suo rientro a giugno e si è fatto nella riabilitazione dall'esperto Bill Knowles a Philadelphia.

Ma sbaglieremmo se pensassimo che Murray, dal punto di vista squisitamente tecnico, fosse in qualche modo inferiore agli altri tre. "C'è sicuramente la chance che questo torneo sia l'ultimo - ha detto Murray -".

Il calvario di Murray è iniziato circa 20 mesi fa. Ci sono atleti che, dopo questo genere di intervento, sono tornati a competere, ma ovviamente non ci sono certezze. "Ho sopportato il dolore da venti mesi a questa parte", ha detto il campione originario di Dunblane. Scenderà in campo in Australia e ha comunque confermato che giocherà nel primo turno contro lo spagnolo Roberto Bautista Agut.

Fabrizio De Andrè. Parole e musica di un poeta
L'evento in programma delle ore 15,00 nel Salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale avrà il titolo Il mio fabrizio. Alle 14.30 il coro dei "Quattro canti", diretto da Gianni Martini, anticipa il momento principale della giornata.

Gabon, fallito il golpe militare. Governo: "Situazione sotto controllo"
E poco dopo vari veicoli blindati delle truppe locali hanno bloccato l'accesso al viale dove si trova l'emittente. Il tentativo di colpo di stato militare in Gabon è stato sventato.

Calciomercato Inter, Modric deluso dal Real: "Non possiamo fare sempre una cagada"
Molti giocatori non stanno giocando su alti livelli, non si può iniziare di m***a ogni partita e rincorrere ogni volta. Questi sono solo alcuni messaggi che si possono leggere sul web.

In totale, nel circuito ATP Murray ha vinto 663 incontri. Le ho provate tutte per cercare di far stare meglio la mia anca.

Subito sono arrivati mille messaggi di incoraggiamento, da Francesco Molinari ai suoi colleghi tennisti, ma ora per Murray, come direbbe un suo celebre connazionale, è l'ora più buia, the darkest hour. Ma sono anche realista e so quanto sarebbe difficile tornare ad alto livello nello sport professionistico.

Murray, talento scozzese che in questi anni aveva fatto parte dei Fab Four - insieme a Federer, Nadal e Djokovic - capaci di dominare il tennis mondiale, ha però confermato che stringerà ancora i denti e prenderà parte agli Australian Open.

Share