Scontro Francia-Italia, Moscovici: "Da Di Maio frasi irresponsabili, conflitto privo di senso"

Share

Dalle colonne del Corriere della Sera, inoltre, Toninelli dice: "Abbiamo semplicemente fatto notare che certe politiche neocoloniali contribuiscono a mantenere in condizione di minorità molti Paesi africani", sottolineando le "responsabilità storiche dei governi francesi e la necessità di una solidarietà europea che oggi dalle parti di Parigi non si vede affatto". "Vanno lette in un contesto di politica interna italiana", affermano fonti diplomatiche francesi interpellate dall'agenzia Ansa a Parigi. Il sentimento antifrancese esiste ed è radicato in Italia, basta confrontare l'ampio spazio dedicato dalla nostra opinione pubblica a ogni piccola polemica con Parigi con quello corrispondente dedicato dai media francesi, molto meno interessati alla narrazione della rivalità tra i due Paesi.

Mentre in Italia si sta preparando la tempesta perfetta, Di Maio & Co fanno appello al luogo comune italico per eccellenza e buono per ogni stagione, l'odio per i cugini d'oltralpe, da dare in pasto a milioni di italiani che cominciano a rendersi conto che, con le ricette sovraniste, l'unica cosa a crescere sono i voti.

Nel corso di una delle tappe del tour elettorale, ad Avezzano, il ministro dello Sviluppo economico, aveva detto: "Ci sono decine di stati africani in cui la Francia stampa una propria moneta, il franco delle colonie, e con quella moneta si finanzia il debito pubblico francese".

Formula 1, Mick Schumacher nell'Academy Ferrari
Questo è un passo nella giusta direzione, perché potrò solo trarre benefici dall'immenso bagaglio di esperienza che c'è lì dentro. Sicuramente farò di tutto per poter apprendere tutto ciò che mi può aiutare a raggiungere e il mio sogno: correre in Formula 1 .

Calciomercato Inter, l’Arsenal mette alla porta Ozil e lo offre ai nerazzurri
Inoltre l'elevato ingaggio del giocatore - quasi 400.000 euro a settimana - favorisce ulteriormente la sua cessione. La riposta da parte del club rossonero non è stata positiva.

Calciomercato Inter, ultime notizie in tempo reale: Barella ad un passo
Decisivi anche gli ottimi rapporti con il presidente Tommaso Giulini per superare la concorrenza del Napoli . Nandez è un giocatore che l'Inter segue da tempo .

Sul tema della moneta coloniale ribatte anche Alessandro Di Battista, postando sul Blog delle stelle il video del suo intervento ieri a Che tempo che fa: "Attualmente la Francia, nei pressi di Lione, stampa la moneta utilizzata in 14 paesi africani, quasi tutti paesi della zona subsahariana". "Guardiamo in faccia anche le cause, non solo gli effetti dell'emigrazione".

Fonti del governo francese precisano che l'ambasciatrice, Teresa Castaldo, è stata convocata dal direttore di gabinetto della ministra per gli Affari europei, Nathalie Loiseau: "Il direttore di gabinetto della ministra incaricata per gli Affari europei, Nathalie Loiseau, ha convocato l'ambasciatrice d'Italia in seguito alle parole inaccettabili e senza motivo pronunciate dalle autorità italiane".

"Finché non avremo risolto la questione del franco CFA, la gente continuerà a scappare dall'Africa", ha aggiunto dopo alcuni giorni Alessandro Di Battista, ospite in TV da Fabio Fazio. Il franco CFA aveva parità con il franco francese e ora 655,957 FCFA equivalgono a 1 euro. Grazie al suo legame con l'euro, il Franco Cfa garantisce quindi una stabilità monetaria e una conseguente credibilità internazionale. I paesi che adottano questa moneta non sono tra quelli con le più alte percentuali di migrazione verso l'Europa. Lo stesso presidente Emmanuel Macron, in una visita in Burkina Faso nel novembre 2017, si dimostrò favorevole a cambiare "il perimetro" o il nome della moneta, fino addirittura a "cancellarla". In realtà, le 25 rivendicazioni pubblicate sui social sono state redatte da persone estranee al movimento, come riconosciuto dagli stessi leader dei gilet gialli. Nei mesi scorsi anche Giorgia Meloni attaccò il Franco Cfa dal confine di Ventimiglia.

Share