"Il Commissario Montalbano" ritorna in tv e festeggia 20 anni di successi

Condividere

Andranno in onda lunedì 11 e il lunedì successivo 18 febbraio, su Rai 1, i due nuovi episodi della fiction tv "Il Commissario Montalbano", girati la scorsa primavera nel Ragusano dal regista Alberto Sironi. Ancora una volta è interpretato da Luca Zingaretti, scelto personalmente da Andrea Camilleri, lo scrittore che ha ideato il personaggio nel 1994.

I titoli delle due puntate che daranno il via alla 13sima stagione sono "Il diario del '43" e "L'altro capo del filo".

Tornando alle nuove puntate del Commissario Montalbano, sappiamo che uno sarà ambientato fuori dalla Sicilia, in Friuli, e che entrambe saranno l'occasione per rendere omaggio all'attore Marcello Perracchio. Lo stesso commissario Montalbano sarà impegnato in prima persona, insieme al suo fedelissimo Catarella, nel vigilare che gli sbarchi sulle coste siciliane avvengano in sicurezza e senza problemi.

MotoGP: Valentino Rossi #10yearschallenge e gli amici a quattro zampe
Ecco tutto quello che si conosce su di lui, della sua biografia, vita sentimentale e curiosità. Mio fratello e Bulega in Moto2, poi tutti gli altri.

Juve, Paratici dimentica la lista spese: "svelati" i colpi bianconeri
E quel Savic non è Milinkovic , ma il difensore dell'Atletico Madrid che condivide il procuratore con Pjanic . La curiosa notizia viene riportata da Il Tempo , che ha ricevuto il foglietto recuperato da un tifoso-curioso.

Secchezza vaginale o Reddito di Cittadinanza?
L'immagine scelta dal Movimento 5 stelle per pubblicizzare il reddito di cittadinanza mostra una giovane coppia di sposi felici . Vediamo di chiarire come funzionerà la nuova misura di aiuto valida per chi ha un reddito inferiore alla soglia di povertà.

Salvo Montalbano si recherà a casa di Pasquano, un palazzo nobiliare di fronte al duomo di San Giorgio di Modica, poi assisterà al funerale del medico.

Il libro è un libro doloroso, che restituisce con grande potenza una piccola parte di quella disperazione che stanno vivendo, anche in queste ore, i migranti della Sea Watch e che, nei giorni della propaganda dei "porti chiusi", si innesta benissimo sotto la forma di film televisivo in una prima serata da servizio pubblico.

Condividere