Facetime 'spia' la persona che chiami, bug su iPhone

Share

È un bug grave quello al quale gli ingegneri Apple stanno tentando di mettere una pezza in queste ore all'interno dell'app per le videochiamate FaceTime: fino a poche ore fa la versione per iOS della piattaforma permetteva tranquillamente di spiare i contatti chiamati su smartphone, tablet e Mac, ricevendo l'audio dei loro dispositivi prima che questi potessero rispondere effettivamente alla telefonata.

Non si sa ancora da quanto tempo la falla sia nota, ma certo Apple dovrà fare molto in fretta visto che la notizia ha generato non poco allarme. In queste ore è arrivata la conferma che effettuando una chiamata FaceTime verso qualunque contatto è possibile ascoltare immediatamente l'audio proveniente dal microfono installato sul telefono dell'altra persona senza che questa risponda.

Adrian, la serie animata di Celentano perde quasi un milione di spettatori
Il cartoon ideato, scritto e diretto da Adriano Celentano , continua a tenere banco nel dibattito televisivo italiano. Verrà chiesto il risarcimento danni da devolvere in beneficenza e pubblica utilità, ha fatto sapere l'avvocato.

Inter, Marotta conferma: "Perisic ha chiesto la cessione, cercheremo di accontentarlo"
Ci sono logiche economiche da rispettare: "dovesse rimanere, sarà compito nostro dare carica ai giocatori", ha chiuso Marotta . Beppe Marotta , amministratore delegato dell'Inter , ha parlato ai microfoni di Sky Sport prima della gara contro il Torino .

Juve, Paratici dimentica la lista spese: "svelati" i colpi bianconeri
E quel Savic non è Milinkovic , ma il difensore dell'Atletico Madrid che condivide il procuratore con Pjanic . La curiosa notizia viene riportata da Il Tempo , che ha ricevuto il foglietto recuperato da un tifoso-curioso.

"I vendor dei vari software -continua l'esperto- si affidano quindi alla community della sicurezza informatica per ricevere un aiuto nel rilevamento e nella correzione di eventuali bug prima che possano essere sfruttati da cybercriminali o attaccanti generici". La vittima continuava a visualizzare la schermata con la chiamata in arrivo, ma in realtà il dispositivo stava già trasmettendo l'audio al chiamante; se poi il contatto chiamato utilizzava iPhone e decideva di rifiutare la conversazione premendo il tasto di accensione, il telefono iniziava a trasmettere anche il flusso video.

Siamo consapevoli del problema e abbiamo identificato una soluzione che sarà diffusa con un upgrade del software più avanti nel corso della settimana. In attesa di un aggiornamento ufficiale, che dovrebbe arrivare a stretto giro, chi volesse può disattivare completamente FaceTime dall'interfaccia di iOS e macOS.

Share