Brexit: mandato a rinegoziare per Theresa May

Share

"Il dibattito e il voto di ieri ai Comuni non cambia questo: l'accordo di divorzio non sarà rinegoziato".

La posizione di Juncker è stata confermata anche dalla Germania, che, tramite Steffen Seibert, portavoce della cancelliera Angela Merkel, ha fatto sapere che "aprire l'accordo di uscita non è in agenda".

Non è possibile rinegoziare l'accordo sulla Brexit. In serata è arrivata la risposta di Londra: "Senza modifiche il Parlamento non voterà l'accordo".

Intanto giovedì la responsabile della diplomazia austriaca Karin Kneissl, arrivando alla riunione informale dei ministri degli Esteri dell'UE a Bucarest ha dichiarato che a suo parere "molti segnali indicano che si sta andando verso una Brexit senza accordo". Due anni dopo il referendum su Brexit, ha scritto Erlanger, l'uscita del Regno Unito dall'UE "sembra essere sempre più caotica e autodistruttiva, e c'è una sensazione comune, anche negli angoli più populisti del continente, che se lasciare l'UE significa passare tutto questo, allora no, grazie". Ha quindi aggiunto che "opporsi a un no deal non basta" e occorre trovare un deal, in seguito all'approvazione dell'emendamento non vincolante contro una Brexit no deal approvato stasera dai Comuni. Denis MacShane, scrittore ed ex ministro per l'Europa del governo britannico di Tony Blair, ha detto al New York Times: "Frexit, Grexit e Italexit e tutte le altre -exit non esistono più". Così Jean Claude Juncker, il presidente della Commissione europea chiude la porta in faccia alla premier inglese Theresa May.

Monchi 'chiedo scusa a tutti i tifosi'
Dobbiamo lavorare sodo, avendo fiducia nello staff tecnico e in tutta la squadra. Oggi una nuova lezione, bisogna essere bravi a trovare soluzioni.

Papa Francesco ai giovani di Panama: "Maria è l’influencer di Dio"
Alle 14.30 nuovo collegamento da Panama per seguire la celebrazione eucaristica di Papa Francesco . Ma ognuno deve fare la sua parte. "♥ Il Vangelo ci dice tutto il contrario".

Morata all'Atletico Madrid, 'felice'
Lui che da ex il Real Madrid lo ha già punito due volte in semifinale nel 2015, con la maglia della Juventus . Ora non ci penso, le cose verranno da sole".

Intanto la premier Theresa May continua a cercare una soluzione per uscire dall'impasse.

L'emendamento, appoggiato da Tory e Unionisti del Dup, afferma che il backstop dovrebbe essere "sostituito con soluzioni alternative per evitare un confine duro" tra Irlanda e Ulster. Un messaggio chiaro: le intenzioni non bastano, sono necessari i fatti. Noi vogliamo un accordo.

È stata la stessa May, inizialmente scettica, a decidere poi di appoggiare questa modifica chiedendo ai deputati un mandato per tornare a negoziare con l'Ue.

Share