Milan, Piatek: "Visto? Sono nato pronto". Gattuso: "Che cecchino!"

Share

Spero che a Roma faremo ancora meglio rispetto ad oggi, voglio segnare grazie ai miei compagni. Prima volta a San Siro? Io la nuova stella rossonera? Così in esclusiva al microfono di Milan TV, il tecnico del Milan, Gennaro Gattuso, alla vigilia della sfida in programma domani (ore 20:45) al "Meazza", che mette in palio la qualificazione alla semifinale della kermesse tricolore.

"Non siamo stati all'altezza della situazione - è il commento dell'allenatore del Napoli - La gara è stata condizionata da due situazioni in contropiede su palle lunghe, poi abbiamo provato a recuperarla ma il Milan era molto chiuso". Questa la situazione a meno di 20 ore dalla fine del mercato, vedremo se ci saranno rilanci e ulteriori sviluppi. "Dobbiamo lavorare da squadra. Uscire fuori dalla Coppa Italia contro l'Atalanta per chi dice che 'vincere non è importante ma l'unica cosa che conta' si tratta di un fallimento senza precedenti!" il suo pensiero. A inizio stagione abbiamo fatto sette partite esprimendo un buon calcio. Piatek è un grande finalizzatore, per lui è più facile fare gol nel Milan che nel Genoa.

Vaticano, accusato di molestie su una ex suora si dimette padre Geissel
Egli ribadisce che l'accusa contro di lui non è vera e chiede che sia continuato il processo canonico già iniziato. La violenza sessuale durante una confessione è considerato dalla Chiesa Cattolica uno dei reati più gravi.

TMW - Roma, Di Francesco verso la conferma: possibile ultimatum col Milan
Qualche laziale su Twitter ironizza sul " marchio di fabbrica " per via di quel risultato doloroso che ricorre così spesso . Bisogna solo chiedere scusa ai tifosi, tutti, perché immagino come stanno e loro sentono questa maglia come nessuno.

"Il Commissario Montalbano" ritorna in tv e festeggia 20 anni di successi
I titoli delle due puntate che daranno il via alla 13sima stagione sono " Il diario del '43 " e " L'altro capo del filo ".

"Il Napoli - spiega Gattuso - è una squadra che ti fa abbassare, i terzini te li trovi come attaccanti esterni".

Quella di ieri sera riassume alla perfezione il momento non positivo che stanno attraversando alcuni singoli che in altre situazioni avrebbero fatto la differenza. Siamo contenti sia con noi. Senza quei due errori avremmo avuto più spazio, la partita è stata condizionata dai due gol su nostro errore.

Share