GIUDICE SPORTIVO | Stangata per Radu, diffida per Inzaghi

Share

Coppa Italia finita per Stefan Radu, fermato per quattro turni dal giudice sportivo della Lega di Serie A, Alessandro Zampone, che dopo le gare dei quarti di finale, ha anche fermato per due giornate Edin Dzeko e per una Massimiliano Allegri. Il giocatore della Lazio è stato sanzionato "per aver rivolto all'arbitro frasi irriguardose e per averlo poi spinto leggermente con un braccio sul petto".

Nulla da fare, invece, per gli altri: un mese di stop a Dematteis, quattro turni a Viale e tre giornate a Serino, il cui comportamento si è riconosciuto meritevole di almeno due turni di stop, oltre a quello d'ufficio per l'espulsione dal campo.

Milan, Piatek: "Visto? Sono nato pronto". Gattuso: "Che cecchino!"
Senza quei due errori avremmo avuto più spazio, la partita è stata condizionata dai due gol su nostro errore. Spero che a Roma faremo ancora meglio rispetto ad oggi , voglio segnare grazie ai miei compagni.

Morata all'Atletico Madrid, 'felice'
Lui che da ex il Real Madrid lo ha già punito due volte in semifinale nel 2015, con la maglia della Juventus . Ora non ci penso, le cose verranno da sole".

Napoli, Ancelotti: "Espulso per una parolaccia. Abbiamo avuto ritmi blandi"
Nel secondo minuto di recupero, l'arbitro Doveri punisce Ruiz con il secondo giallo, per un nuovo presunto fallo di mano. I rossoneri hanno la loro miglior occasione con Musacchio , ma Ospina salva con un grande intervento.

MILAN - Ammenda di 20mila euro "per avere i suoi sostenitori, prima dell'inizio della gara e durante la stessa, precisamente al 9° ed al 48° minuto del secondo tempo, intonato un coro insultante di matrice territoriale". Buone notizie per la squadra di Pioli: squalificati anche Djimsiti e Freuler dell'Atalanta, avversario delle semifinali, che insieme a Gagliardini dell'Inter saranno assenti nella prossima partita. Ammonito con diffida inoltre Inzaghi, che "dopo essere stato in precedenza richiamato, protestava contro una decisione arbitrale entrando nel terreno di giuoco ed esprimendo il proprio disappunto con gesti plateali".

Share