Perugia, morto Leonardo Cenci: "Ora corri in cielo"

Share

"Il nostro Leo è volato in cielo, tra gli angeli. La sua missione sulla terra è terminata" ha scritto su Facebook Avanti tutta.

Si è allenato, in barba alla chemio che lo ha ripetutamente messo a dura prova, ha tenuto a bada per anni il male che voleva porre fine prematuramente a quella vita a cui era tenacemente aggrappato.

"Il Circolo scherma Terni nella persona del presidente Alberto Tiberi, il direttivo, tutti i soci, i Maestri e gli atleti, si stringono con affetto e profondo cordoglio intorno alla famiglia Cenci per la scomparsa di Leonardo".

Simbolo del coraggio nella lotta contro il cancro, fronteggiava la malattia da sei anni.

Nello sport ha sempre trovato uno strumento per vivere al massimo.

Isola, Taylor Mega confessa: "Sono stata dipendente dalle droghe"
Rispetto alle cose personali che tu hai scritto in maniera molto volgare contro Barbara, io non posso soprassedere. Il giovane ha ammesso le sue colpe e si è detto pronto ad avere un confronto con la presentatrice Mediaset.

Miss Italia: tribunale, 'illegittimo nome Futura Miss Italia'
Mi venne la febbre e chiesi a questa persona, che era il nostro referente, se poteva darmi un'aspirina per stare meglio.

Brexit: mandato a rinegoziare per Theresa May
Così Jean Claude Juncker, il presidente della Commissione europea chiude la porta in faccia alla premier inglese Theresa May . "Il dibattito e il voto di ieri ai Comuni non cambia questo: l'accordo di divorzio non sarà rinegoziato ".

"Era stato insignito dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella come "esempio civile" per il suo impegno nello sport".

La cerimonia funebre si terrà giovedì 31 gennaio alle 15 presso la cattedrale di San Lorenzo. L'amministrazione comunale ha proclamato lutto cittadino, in considerazione di ciò è stata disposta l'esposizione a mezz'asta della bandiera del Comune di Perugia sulla facciata di palazzo dei Priori; nel contempo gli esercizi commerciali sono invitati a tenere abbassate le serrande dei propri locali per la durata delle esequie, ossia dalle 14.30 alle 16.30. Poi si è ripreso e ha continuato le sue innumerevoli attività. "Con i sogni ai piedi e l'invincibilità nel suo cuore è riuscito a realizzare tanti dei suoi desideri e il resto saranno portati a compimento perché il patrimonio umano e materiale che lui ha creato non andrà disperso". Alla vigilia di Natale, però, un attacco epilettico.

"Corri Leo in cielo, corri felice e veglia su chi, come noi, ti ha voluto sempre bene. - si conclude il commovente post - Corri e ricordaci che dobbiamo sempre credere nei nostri sogni e nella forza dell'amore andando sempre Avanti Tutta. Un abbraccio simbolico ma caloroso, infine, va a tutti i volontari di Avanti Tutta per esserci stati sempre, aver collaborato attivamente in tutti questi anni e per aver già dato la disponibilità a continuare il lavoro cominciato da Leonardo". Ma le sue condizioni peggiorano, fino al tragico epilogo.

E a novembre 2017 ha realizzato il suo sogno, correre la maratona di New York, battendo il record personale: 4 ore e 6 minuti.

Questa mattina Leonardo ci ha lasciati. Ma anche i suoi amici dell'associazione "Avanti tutta!", a partire da Mauro Casciari.

Share