Matteo Salvini, Pino e Amedeo e l'improbabile scontro

Condividere

Poi si sono cimentati in un medley appassionato, che ha spaziato da Grease al tango, facendo sognare gli utenti sui social.

Infine il riferimento a Claudio Baglioni, che tutto questo lo aveva anticipato nella canzone "Uomini persi", recitata sul palco dell'Ariston da Pio e Amedeo: "Anche questi cristi, caduti giù senza nome e senza croci, son stati marinai dietro gli occhiali storti e tristi". Impossibile non scherzare sulla presenza di Pippo Baudo tra gli ospiti della serata, ma Pio e Amedeo hanno avuto il coraggio di andare oltre ed hanno rotto il tabù della politica che aleggiava su quest'edizione del Festival già prima della serata d'apertura. Insomma, Baglioni starebbe strizzando l'occhio a Salvini.

Gattuso: "Buon punto, Piatek fa reparto da solo"
Nei primi 20 minuti hanno giocato meglio di noi, poi noi abbiamo trovato il gol, ma loro non hanno mollato fino all'ultimo minuto. Gli unici a salvarsi sono stati il capitano Daniele De Rossi e i giovane Nicolò Zaniolo , tra l'altro al rientro dopo tre mesi.

Matilde Brandi: morta la mamma dopo l’intervista a Verissimo
Matilde ha voluto omaggiare il ricordo della mamma con un post commovente e straziante su Instagram . Ora rifiuta anche il cibo. " Mia mamma era un treno , ora vederla in quel letto mi fa stare male.

Roma, scritte contro Kolarov: "Croato di m…, abbassa la cresta"
La sconfitta con la Fiorentina in Coppa Italia ha lasciato il segno e non poteva essere altrimenti. Clima decisamente arroventato in casa Roma .

Pio e Amedeo sono riusciti a salvare una serata che, altrimenti, sarebbe finita presto nel dimenticatoio. Prende molti like anche lui, anche perché non si può negare che racchiuda in sintesi la metamorfosi del pensiero leghista degli ultimi anni. Obiettivo leggerezza, tanto leggeri da risultare quasi uno spettacolo stucchevole, fatto per i bambini. Come ti chiamavi? Colonnello? Irriverenti, dissacranti, forse anche un po' politically incorrect: una cosa è certa, Pio e Amedeo sono stati applauditi a più riprese dal pubblico, la loro satira è piaciuta. "E nello spot eri vestito da Vigile, con la divisa", proseguono i due. E per lanciare il Baglioni tris all'Ariston, portano il direttore artistico al centro del palco e gli fanno pronunciare la formula del suo festival, "Prima gli italiani". "Ora ci vuol bene". Insieme hanno cantato La lega dell'Amore, brano di Elio e le storie tese (2008) che in molti hanno interpretato come un riferimento al governo.

Non tarda ad arrivare un tweet di Salvini, che si scatta un selfie con la TV e i due comici sullo sfondo, accompagnandolo con la scritta "Evviva #Sanremo".

Condividere