Parigi richiama Di Maio dopo incontro con gilet gialli

Share

C'è stato un "clima di grande entusiasmo", trapela da ambienti M5S, che avvisano i naviganti di un nuovo incontro in programma già nelle prossime settimane, ma stavolta a Roma, in casa di Di Maio e Dibba. Non andiamo troppo in fretta. "È a quel punto che potremo incontrare Di Maio e perchè no, anche esponenti di altri Paesi". Mentre Levavasseur si è detta pronta al dialogo col Movimento 5 Stelle, ma al momento opportuno, "quando avremo strutturato la nostra lista alle europee". Intervistata dall'Ansa, l'infermiera trentunenne si è detta "sbalordita" per un'iniziativa "di cui sono stata avvertita solo all'ultimo, organizzata alle mie spalle" dal sedicente "portavoce" del Ric Christophe Chalencon.

Tra i presenti all'incontro anche gli eurodeputati grillini Fabio Massimo Castaldo, Tiziana Beghin e Ignazio Corrao.

Un reboot di Lost? Per la ABC sarebbe interessante da vedere
Acclamata da molti come la miglior serie televisiva di sempre, ha ricevuto diversi premi tra cui tra cui un Golden Globe (2006) e tre Emmy Award (2005, 2007, 2009).

Isola, il Divino Otelma rompe il silenzio e svela come sta
In questi giorni ha fatto molto parlare l'incidente avuto dal "Divino Otelma" durante l'ultima puntata de " L'Isola dei Famosi ". A me diceva che dovevo fare lo chef e agli altri che le mie lasagne facevano schifo e non dovevano mangiarle.

Gattuso: "Buon punto, Piatek fa reparto da solo"
Nei primi 20 minuti hanno giocato meglio di noi, poi noi abbiamo trovato il gol, ma loro non hanno mollato fino all'ultimo minuto. Gli unici a salvarsi sono stati il capitano Daniele De Rossi e i giovane Nicolò Zaniolo , tra l'altro al rientro dopo tre mesi.

Il ministero degli esteri francese ha criticato oggi l'incontro tra il vicepremier Luigi Di Maio e i leader del movimento antigovernativo dei gilet gialli, accusandolo di voler minare i rapporti tra Roma e Parigi.

Marra ribadisce la sua linea sostenendo che è ancora presto per presentarsi alle elezioni europee. Se Di Maio mi chiama non alzo nemmeno il telefono. Il 3 dicembre, ai microfoni della radio "Europe 1" aveva chiesto le dimissioni dell'esecutivo aggiungendo: "io vedrei bene il generale de Villiers (licenziato da Macron nel 2017, dopo aver contestato il presidente francese, ndr) a capo del governo". "Molte - si sottolinea - le posizioni e i valori comuni che mettono al centro delle battaglie i cittadini, i diritti sociali, la democrazia diretta e l'ambiente". Quanto a Di Maio, ha proseguito la capolista, "non dico che non dobbiamo incontrarlo". Ripeto. Il vento del cambiamento ha valicato le Alpi.

Share