Sanremo 2019, Achille Lauro denunciato per plagio: richiesta la sospensione del Festival

Share

Tutto nasce dalla famosissima statuetta di donna sul radiatore delle Rolls Royce.

Striscia la Notizia, che ha sollevato il polverone sulla vicenda, ha mandato l'inviato Valerio Staffelli a consegnare ad Achille Lauro il Tapiro d'Oro. Non basta. Sulla questione ha detto la sua pure il ministro dell'Interno Matteo Salvini. Mi sembra che stia ammiccando, non è la macchina.

Il rapporto tra l'artista e il palcoscenico dell'Ariston si interruppe bruscamente nel 2010, quando Morgan era già stato inserito nella rosa degli artisti che avrebbero partecipato alla competizione di quell'anno ma fu rapidamente sbattuto fuori nel momento in cui dichiarò pubblicamente, durante un'intervista, di fare uso di cocaina. "Preferivo le caramelle dei Dear Jack rispetto alle Rolls Royce di 'sto tizio". Forse, più banalmente, Achille Lauro non ha il coraggio di difendere quello che ha scritto. Secondo De Santis questo Tapiro non è per lei e ha dichiarato: "Ci sono varie responsabilità: ci sono responsabilità artistiche e responsabilità editoriali più generali".

Stadio Roma: chiesto il rinvio a giudizio per 15 persone
Il Politecnico di Torino ha però analizzato: "sì all'impianto ma servono dai 3 ai 10 anni di lavori sulla rete mobilità". La Sindaca Raggi , nel presentare l'attesa relazione del Politecnico di Torino , ha sciolto le riserve.

Ferrari: anche Sebastian Vettel ha fatto il sedile per la monoposto 2019
Quando mancano 8 giorni al lancio della nuova Ferrari di F.1, Charles Leclerc è stato oggi si è calato per la prima volta nell'abitacolo 2019 per mettere a punto il sedile.

Isola, il Divino Otelma rompe il silenzio e svela come sta
In questi giorni ha fatto molto parlare l'incidente avuto dal "Divino Otelma" durante l'ultima puntata de " L'Isola dei Famosi ". A me diceva che dovevo fare lo chef e agli altri che le mie lasagne facevano schifo e non dovevano mangiarle.

"Confesso che non so niente di droga, fin da ragazzo quando altri si facevano le canne": Claudio Baglioni ha risposto così ad una domanda sull'ipotesi che la canzone di Achille Lauro inneggi all'uso di ecstasy. "Ogni giorno esce una cosa nuova", ha commentato Lauro a Radio2. "Non avevo mai nemmeno sentito parlare di questa cosa, l'ho sentito dai giornali e comunque sono contento che, almeno, non critichino la canzone".

Rolls Royce - la nota marca di automobili che da il titolo al brano - non sarebbe quindi un codice per indicare l'abuso di sostanze stupefacenti, ma semplicemente il simbolo di un certo tipo di vita e di lusso. Il pezzo è una fotografia di tutte le icone mondiali dagli anni Cinquanta a oggi: "dal mondo di Hollywood alla musica, allo stile".

Share