Sardegna pastori e latte, la lotta

Share

Appena 55 centesimi al litro - I pastori hanno spiegato anche ai calciatori che rivendicano un prezzo del latte remunerativo di almeno un euro al litro, mentre oggi è pagato intorno ai 55 centesimi quello ovino e 44 quello caprino. "La nostra parte l'abbiamo fatta, abbiamo cercato di mettere campo tutte le azioni per salvaguardare questo importante comparto che è patrimonio storico della nostra regione".

Crolla il prezzo del latte ovino in Sardegna, i pastori dichiarano guerra agli industriali e alle istituzioni. Poco meno del 70% infatti viene impiegato dalle industrie casearie per produrre pecorino romano che ha costi di trasformazione relativamente più bassi rispetto ad altri tipi di formaggio. "Siamo qui pacificamente", ribadiscono i pastori. Il primo a condurre le trattative è stato il direttore generale Mario Passetti.

Proseguono anche i blocchi stradali: i pastori hanno interrotto di nuovo la circolazione sulla 131 in entrambe le direzioni all'altezza di Giave, nel sassarese. E invece la protesta è esplosa. Poi gli hanno fatto versare sul terreno il carico di latte che trasportava e lo hanno costretto a filmare tutto con il telefono e a inviare il video a tutti i suoi contatti su WhatsApp. Prima ad Abbasanta, lungo la Statale 131, a 120 chilometri da Cagliari e a 80 da Sassari. Il prodotto era all'interno di due cisterne, una dell'azienda Arborea e l'altra della Cooperativa allevatori ovini di Oristano, che sono state quasi completamente svuotate.

Sanremo 2019, Pio e Amedeo scherzano su Salvini con Baglioni
Pio e Amedeo sono approdati a Sanremo per mettere un po' di pepe in quello che stava accadendo fino a quel momento. La loro amicizia è rimasta sempre solida come tanti anni fa: un legame fortissimo.

Ufficiale, Sturaro al Genoa a titolo definitivo: cifre e dettagli
Con le stesse modalità, la Juventus ha prelevato dal Genoa Andrea Zanimacchia, esterno offensivo classe '98, che andrà con l'Under 23.

Quota 100, Milano terza città italiana per numero di richieste all'Inps
Con quattro anni di anticipo "l'importo della pensione si riduce di più del 20%". PENSIONI QUOTA 100: ecco perché penalizza il Sud.

Molti pastori sono concordi nell'affermare che il giusto prezzo da pagare da parte delle aziende sarebbe un euro a litro, e che al di sotto viene venduto sottocosto con conseguente loro indebitamento per far fronte alla gestione ordinaria dell'impresa.

Intanto, monta la protesta del mondo delle campagne. "Devo dire di aver provato molto dolore - aggiunge - sono cresciuto in una famiglia di pastori e so che il latte è il petrolio della Sardegna: il gesto di gettarlo in strada lo interpreto come un grido di dolore di una categoria". Il ministro dell'Agricoltura Centinaio ha annunciato la sua visita in Sardegna per la prossima settimana, per fare da paciere tra allevatori e caseifici.

Share