Sindacati:al via manifestazione unitaria - Ultima Ora

Share

"Siamo tutti insieme, siamo tutti preoccupati allo stesso modo", dicono. "Noi vogliamo la giustizia sociale". "E' meglio che il Governo torni indietro perché altrimenti va a sbattere", ha detto in mattinata Landini, aprendo il corteo. Si confronti finalmente con i sindacati, perché dopo tanti anni di sacrifici degli italiani, non possiamo permetterci che il Paese torni a decrescere - prosegue Furlan -. Nel frattempo si è riaffacciato il rischio di una nuova crisi economica con previsioni di crescita sensibilmente più basse di quelle su cui è basata la manovra e l'Italia è già entrata anche tecnicamente in una spirale recessiva, per la quale si annuncia una manovra bis lacrime e sangue che probabilmente sarà realizzata all'indomani delle elezioni europee.

Il segretario della CGIL Maurizio Landini nel suo intervento ha fatto appello al governo per aumentare gli investimenti per creare posti di lavoro e sviluppare piani di politica industriale.

Stadio Roma: chiesto il rinvio a giudizio per 15 persone
Il Politecnico di Torino ha però analizzato: "sì all'impianto ma servono dai 3 ai 10 anni di lavori sulla rete mobilità". La Sindaca Raggi , nel presentare l'attesa relazione del Politecnico di Torino , ha sciolto le riserve.

Barcellona, scontro tra due treni: un morto e otto feriti
L'allarme è scattato quando un passeggero, alle 18.20, ha chiamato il numero di emergenza 112 per segnalare l'incidente. Tra questi ultimi tre sarebbero in gravi condizioni, mentre altri 16 sarebbero stati coinvolti in maniera meno seria.

Parigi, a fuoco un palazzo nella notte. Otto morti. Arrestata una donna
Le fiamme sono divampate in un edificio di otto piani situato nella rue Erlanger nel 16mo arrondissement. Dopo un intervento durato cinque ore, i pompieri sono riusciti a domare l'incendio poco dopo le sei.

È iniziata intorno alle nove di questa mattina, a Roma, la manifestazione nazionale di Cgil, Cisl e Uil, con lo slogan 'Futuro al lavoro', per sostenere la proposte unitarie su crescita, sviluppo, lavoro, pensioni e fisco e chiedere al governo di aprire un confronto.

Sul palco, prima dei leader sindacali, hanno preso la parola sei tra delegati e delegate: un'infermiera del 118, una pensionata, un rider, un delegato dell'ex Ilva di Taranto, una delegata della scuola e un lavoratore edile. Creazione di lavoro di qualità, investimenti pubblici e privati, infrastrutture, equità fiscale, rivalutazione pensioni, interventi sugli assi strategici e rafforzamento del welfare, sanità, istruzione, servizi sociali, rinnovo dei contratti pubblici, maggiori risorse per i giovani, le donne e il Mezzogiorno: queste, in sintesi, le priorità di Cgil, Cisl e Uil al centro della mobilitazione del 9 febbraio. La donna era partita da Padova in pullman assieme ai colleghi per raggiungere piazza San Giovanni.

Share