Icardi, Di Marzio fa chiarezza sulla situazione dell’ex capitano

Share

Marotta e Spalletti non si sono soffermati troppo sulle frasi post-Parma dell'allenatore, che aveva chiesto chiarezza ad Icardi e su Icardi a proposito del rinnovo. All'argentino è stata revocata la fascia da capitano ed inoltre non è stato inserito nella lista dei convocati per il match di Europa League.

SPALLETTI - "Il discorso è quello che dicevo, abbiamo una partita importantissima davanti, ci sono già passate alcune situazioni che non abbiamo preso come volevamo: tutte le attenzioni vanno messe in funzioni di questa partita".

ORE 18.50 - Dopo aver parlato con le altre emittenti, finalmente Spalletti e Politano si avviano verso la sala stampa. Io dico la verità, gli sarà dispiaciuto e ci sarà rimasto male. E' stato difficile comunicarglielo.

‘Vergognati, ostenti ricchezza…’ Michelle Hunziker nella bufera: ecco cosa è successo
Uno sketch dal chiaro intento ironico, la sua, che in pochi minuti si trasforma però in un autogol. Tata e cuoca chiamano Michelle: "Le bambine l'aspettano nella vasca. È pronta la pasta".

"Io sono Mia", la vita della cantautrice calabrese questa sera su Rai1
Questa sera, Serena Rossi vestirà nuovamente i panni di Mia Martini: su Rai 1, infatti, andrà in onda il film " Io sono Mia ". Il film ci insegna anche questo, che ognuno è libero di fare ciò che vuole.

Unione di account Fortnite: ecco come funziona
Dopo due settimane tutti i cosmetici e i V-Bucks verranno trasferiti all'Account Primario . I vostri account secondari su console verranno immediatamente collegati a quello Primario.

Ma la bufera esplosa in casa dell'Inter non ha sorpreso gli "addetti ai lavori". Spalletti, pur senza nominare direttamente Wanda Nara, spiega senza mezzi termini la decisione clamorosa, presa d'accordo con la società, in primis con l'amministratore delegato Marotta, e comunicata alla vigilia della partenza del gruppo per Vienna, dove affronterà domani sera il Rapid all'Allianz Stadium. Quello che ha detto Wanda Nara è che la trattativa non c'è e non c'è nessuna intenzione di portarla avanti. Lui deve giocare e fare tanti gol. La priorità è l'Inter, non ho mai chiamato la società per chiedere un adeguamento di contratto.

E allora alle dodici parole del comunicato che hanno regalato un mercoledì movimentato ai tifosi nerazzurri se ne possono aggiunger altre dodici che riassumono la situazione: nessuno si può permettere di usare l'Inter per i propri fini.

Share