Spagna, Parlamento boccia finanziaria: verso elezioni anticipate

Share

Il parlamento spagnolo ha bocciato la legge di bilancio presentata dal governo di minoranza del socialista Pedro Sanchez, una mossa che porterà il paese iberico alle elezioni anticipate. Le elezioni anticipate si svolgeranno in una situazione di rinnovata tensione sulla Catalogna con il processo contro l'ex vice presidente del governo catalano Oriol Junqueras e altri 11 secessionisti accusati di sovversione, ribellione e malversazione per la dichiarazione d'indipendenza dell'ottobre 2017.

Ma i partiti catalani hanno deciso di votare contro Sanchez, dopo avere incassato la totale chiusura di Sanchez alla possibilità di convocare un referendum sulla secessione della regione diBarcellona: nel voto sulla Finanziaria, 191 parlamentari hanno votato contro, solo 158 a favore, con un'astensione. All'esecutivo è venuto a mancare l'appoggio dei partiti indipendentisti della Catalogna e della Galizia, che si sono uniti ai ranghi compatti del Partito popolare e delle destre. La fine naturale della legislatura sarebbe prevista per il 2020. Tra le altre cose, gli indipendentisti erano tornati a chiedere un referendum sull'indipendenza della Catalogna e avevano rifiutato una più vaga proposta di Sánchez di tornare a incontrarsi per trovare una mediazione. Il leader socialista, lasciando l'emiciclo, non si è pronunciato al riguardo.

Di Maio: M5S non é finito, rassegnatevi
Tuttavia, Di Maio si è detto consapevole del fatto di dover cambiare qualcosa, di coinvolgere maggiormente la base del Movimento. Mi sono chiesto se fosse il caso di dire una verità che tutti nel M5S conosciamo ma nessuno ha ancora avuto il coraggio di dire.

Mara Venier furiosa: Loredana Bertè non si presenta a Domenica In
Mara Venier potrebbe saltare l'attesissimo appuntamento di Domenica In di domani, domenica 10 febbraio, la puntata post-Sanremo. La polemica maggiore è stata innescata dalla decisione di premiare Mahmood come vincitore invece che il cantante romano Ultimo .

Devil May Cry V: Disponibile la seconda demo
Ebbene, Nero è anche il protagonista di questa demo , ma stavolta il suo braccio destro sarà una sorta di braccio meccanico. Vi ricordiamo, infine, che Devil May Cry 5 arriverà nei negozi dall'8 marzo prossimo, nei formati per PC, PS4 e Xbox One .

ERC e il PDeCAT hanno sostenuto che il governo non sta procedendo con tavoli di dialogo per risolvere quello che essi chiamano il "conflitto" politico in Catalogna e hanno sollecitato maggiori investimenti statali in quella comunità autonoma in base alla sua importanza nel prodotto interno lordo spagnolo.

Anche senza la manovra approvata Sánchez potrebbe andare avanti, ma la debolezza politica e l'assenza di una maggioranza alla Camera spinge verso un voto anticipato, forse già a fine aprile, prima quindi delle amministrative di maggio. Oggi un consiglio dei ministri potrebbe fare chiarezza su un futuro molto incerto.

Share