Albania, assalto alla sede del governo. Opposizione in piazza a Tirana

Share

Giornata di alta tensione a Tirana dove la maggiore forza di opposizione, il Partito democratico (Pd, centrodestra), ha convocato una protesta per chiedere le dimissioni del premier, Edi Rama, ed elezioni anticipate. Da mesi, gli attacchi nei confronti del premier socialista, al suo secondo mandato consecutivo alla guida del governo, sono diventati il cavallo di battaglia dell'opposizione.

Un gruppo ha cercato di sfondare i cordoni della polizia per entrare nel palazzo del governo, una decina di manifestanti è persino riuscita ad arrivare al primo piano, mentre il resto dei dimostranti occupava la piazza. Giovedì scorso, parlando al Parlamento, Basha aveva annunciato "la più grande manifestazione degli ultimi 30 anni" in Albania per "indicare, all'unisono, quello che non siamo stati in grado di dettare da quest'aula di Parlamento, la necessità di separare la politica dal crimine, la fine della legittimazione del furto dalle tasche degli albanesi". A difendere l'operato della polizia è intervenuta la vice ministra dell'Interno albanese, Mirela Miroli.

Tav, Di Battista: 'Salvini la vuole? Posizione ideologica, legga l'analisi'
Rispetto alle stime dell'Osservatorio del 2011, si ritiene di entità "quasi trascurabile" il beneficio ambientale derivante dall'opera.

Salvini e Di Maio: azzerare vertici Bankitalia e Consob
Per scongiurare questo rischio, il governo starebbe pensando di vendere almeno una parte dell'oro della Banca d'Italia .

Fotoreporter monzese ferito in Siria - Cronaca Monza
Questa la situazione di Gabriele Micalizzi , il fotoreporter italiano ferito ieri in Siria sul fronte tra Isis e forze curde . Il fotografo sarebbe stato impegnato con un collega che lavora per la Cnn in un servizio.

"Rama è corrotto e colluso con la criminalità organizzata grazie alla quale - è l'accusa rivolta al premier - manomette i voti per garantire il potere". Hanno aderito decine di migliaia di persone in un'oceanica protesta che ha già causato scontri. Di fronte all'edificio e' stata eretta una bandiera del Partito Democratico. L'opposizione, composta da 5 partiti di centrodestra e centrosinistra, denuncia soprattutto le politiche economiche del governo, che costringono le persone, soprattutto i giovani, a lasciare l'Albania per sfuggire alla miseria. "I dimostranti si erano riuniti per manifestare senza violenza" ha aggiunto Basha. "Invito i cittadini a prendere le distanze dagli elementi violenti" è l'appello a mettere fine alle violenze rivolte dal ministro dell'Interno albanese, Sander Lleshaj, che ha poi aggiunto: "Non la violenza, ma la ragione ci porta più vicini all'Europa dei valori", secondo quanto si legge sul sito di Albanian Daily News. "Bisogna evitare gli scontri e la violenza. Danneggiare la proprietà pubblica e ricorrere alla violenza non sono accettabili". "Siamo determinati a continuare questa resistenza fino a quando l'attuale governo sarà rimosso" ha detto Basha, dopo aver deciso, insieme alla leader dell'altro partito d'opposizione, Smi, Monika Kryemadhi, di sospendere la protesta indetta per oggi.

Share