Banca Carige: fusione entro giugno

Share

Nessuna macelleria sociale, ma un evidente ridimensionamento dell'istituto che passa dai 4.060 addetti di fine 2018 a 3.010 nel 2023 (sono previste 200 assunzioni entro il 2023). "In questa prospettiva non è l'ultimo piano che si farà per rappresentare il futuro dell'azienda".

"Siamo in grado di stare in piedi, non c'è un circolo vizioso inaccettabile", hanno detto i commissari Pietro Modiano, Fabio Innocenzi e Raffaele Lener.

Innocenzi ha parlato anche di mille prepensionamenti grazie anche all'utilizzo di "quota 100", così da snellire ulteriormente i costi operativi dell'istituto che entro aprile dovrebbe vedere formalizzate le offerte vincolanti per giungere a una business combination, essendovi già stati tre soggetti che hanno fatto la due diligence per gli Npe ed altri che stanno guardando la banca nella sua totalità.

Uomini e Donne, Andrea Dal Corso - Teresa: "Voglio 'conoscerla'"
Ha inoltre spiegato si di essersi spaventato il giorno della scelta perché temeva di non essere all'altezza delle aspettative . Tina in studio avrebbe preso le difese di Andrea , infatti secondo lei Teresa dovrebbe dargli una seconda possibilità.

Brexit: alla Camera è battaglia su emendamenti
Gli elettori potrebbero essere chiamati a rispondere alla stessa domanda del referendum del 23 giugno 2016. Il Parlamento britannico ha già rigettato sia l'accordo , che la possibilità di un no deal .

Gigi D’Alessio sbotta: il complimento ad Anna Tatangelo che lo ha innervosito
Gigi D'Alessio non è solito rispondere alle provocazioni, ma questa volta non ce l'ha fatta e non è riuscito a contenere la rabbia.

Per questo pacchetto, scrive il Sole 24 Ore, sarebbero già arrivate le offerte di Sga e di Fonspa, con la prima (veicolo controllato dal Tesoro) che "appare in pole positioncon un'offerta attorno a 1,8 miliardi".

Il quotidiano finanziario riporta qualche indicazione formulata dai vertici di Banca Carige durante la conference call a commento della presentazione del piano industriale 2019-2023 annunciato ieri. "L'importo complessivo dell'aumento di capitale -si legge in una nota della banca- comprende gli originari 400 milioni, 120 milioni per l'ulteriore derisking, 65 milioni per ulteriori investimenti nella rivoluzione lean/digitale e 45 milioni per compensare gli effetti negativi dell'assemblea dello scorso 22 dicembre". "Il punto di pareggio è molto più vicino di quanto dicano i numeri, al netto di tutti gli oneri straordinari che hanno gravato sul 2018 e graveranno sul 2019", afferma. Stante il risultato economico negativo la Banca, in un'ottica conservativa, ha deciso di non iscrivere imposte differite attive per un ammontare di circa €91,0 milioni.

Share