Moody's prevede per l'Italia una crescita che nel 2019 resterà "anemica"

Share

Dopo il giudizio tutt'altro che rassicurante da parte dell'Europa, ne arriva un altro da parte di Moody's che non lascia ben sperare per l'economia italiana.

Nel report sulle prospettive di crescita dell'intera area euro, Moody's cita tra i fattori di incertezza per il blocco le tensioni commerciali, la Brexit il rapporto tra Ue e Italia. L'agenzia Moody's prevede per l'Italia una crescita "anemica" per il 2019 con il Pil a +0,4%.

"'L'incertezza politica in Italia resterà elevata" nel 2019 - spiegano gli analisti - e "c'è il rischio di una crescita molto più debole di quanto anticipato nelle nostre stime".

Israele, l’Avvocato Generale incrimina Netanyahu per frode e corruzione
Il premier d'IsraeleBenyamin Netanyahu sarà incriminato per sospetta corruzione e frode. Le inchieste per cui Mandelblit ha deciso l'incriminazione sono tre.

Juventus, Cristiano Ronaldo si allena a parte: problemi alla caviglia dopo Bologna
I bianconeri si sono ritrovati nel primo pomeriggio alla Continassa per la seduta d'allenamento dopo due giorni di riposo. A fare il punto della situazione ci ha pensato la stessa Juventus in un comunicato ufficiale.

MOURINHO, Cerco una squadra come la mia Inter
Poi una bacchettata alla stampa: "Se avessi fatto io quello che ha fatto Simeone.Immaginate quali sarebbero state le conseguenze". Ho rifiutato un'offerta (economicamente, ndr) molto importante perché voglio un calcio di alto livello e di grandi ambizioni .

Il trend migliorerà, secondo Moody's, solo lievemente per il nostro Paese nel 2020, quando il Pil salirà dello 0,8%.

"L'economia italiana ha fatto fatica a mantenere il suo ritmo di marcia nella seconda metà dello scorso anno che ha terminato con una recessione con due trimestri consecutivi di crescita negativa". Per l'agenzia di rating a pesare sull'Italia è in particolare "la debole attività economica, legata alla debolezza della domanda interna determinata da un calo della fiducia e da condizioni di finanziamento meno favorevoli a causa dell'aumento degli spread". "Dunque le dinamiche politiche ed economiche stanno creando rischi al ribasso significativi per l'economia italiana". Il deterioramento delle condizioni economiche potrebbe accrescere ulteriormente l'instabilità politica e mettere alla prova la fiducia di investitori e consumatori. "Nonostante alcuni progressi nel riparare i bilanci delle banche, riforme sul diritto fallimentare e politiche attive del mercato del lavoro, lo slancio delle riforme è ampiamente in stallo nel 2018".

Share