SpaceX ha lanciato la capsula Crew Dragon verso la Stazione Spaziale Internazionale

Share

Il momento cruciale, in particolare, sarà l'attracco automatizzato alla Stazione Spaziale previsto per domani, domenica 3 marzo alle 12 circa italiane.

A bordo c'è Ripley, un manichino che con i suoi sensori ha fornito dati utili sulle sollecitazioni che al momento del lancio potrebbero subire i futuri astronauti che voleranno sulla Crew Dragon.

La Crew Dragon è stata lanciata con successo sabato mattina, alle 8.49 ora svizzera, nel suo volo di prova senza equipaggio. Una volta terminati questi compiti, i tre astronauti caricheranno i materiali da spedire sulla Terra e, il prossimo venerdì, la sganceranno dalla ISS.

Milan, Gattuso: "Il terzo posto? Vietato esaltarsi, mancano ancora 12 finali"
Questo terzo posto è merito di tutti, ho registrato una crescita costante dei miei e non posso che essere soddisfatto. Sarebbe giusto farlo per ciò che stiamo mostrando, ma non basta: serve qualcosa in più" ha proseguito.

Maturità 2019, online le tracce per la simulazione della seconda prova
La differenza principale sta nel fatto che da quest'anno la prova sarà multidisciplinare in tutti gli indirizzi in cui è prevista. L'esame di Maturità si avvicina e oggi è il giorno della simulazione della seconda prova. "Buon lavoro a tutti!".

F1 test Barcellona, Ferrari: "Guasto meccanico, Vettel ok"
Non male nemmeno la Toro Rosso con Daniil Kvyat , considerando che, pur con gomme C4, è dentro a un range di 8 piloti separati tra loro di nemmeno 9 decimi di secondo, tra Vettel 3° e Hulkenberg 10°.

Come già accennato, l'obiettivo del lancio è quello di dimostrare che la Crew Dragon, o Dragon V2 di SpaceX progettata appositamente per la NASA, è in grado di far volare gli astronauti da e verso la Stazione Spaziale Internazionale.

Dopo il ritiro dello Space Shuttle, infatti, la NASA ha dovuto utilizzare le capsule Soyuz russe per inviare i propri astronauti verso la Stazione Spaziale Internazionale, una situazione non certo gradita all'amministrazione americana, soprattutto in una fase di rapporti non proprio amichevoli con il Cremlino. Il nome del manichino è ovviamente un riferimento alla protagonista del film Alien. 'È la prima missione in orbita avviata da una compagnia privata, la SpaceX di Elon Musk, che ha lavorato a stretto contatto con la Nasa per un test che quest'ultima ritiene una pietra miliare nel percorso che porterà l'uomo sulla Luna, su Marte e oltre. Montata in cima ad uno degli ormai famosi razzi Falcon 9 di SpaceX, la nuova capsula è decollata alle 2:49 del mattino dal John F. Kennedy Space Center di Cape Canaveral, per poi raggiungere lo spazio solo 11 minuti dopo.

Demo-1 è frutto di un corposo investimento da parte della NASA chiamato Commercial Crew Program, che mira a ripristinare la capacità della NASA di lanciare autonomamente astronauti nello Spazio, senza l'appoggio della Russia.

Share