M5S: Di Maio, sfida è riorganizzarsi

Share

Distanze che arrivano a stretto giro grazie alle parole del leader Matteo Salvini: "Non ne sapevo niente e non ne condivido alcuni contenuti".

E non solo: per il volantino leghista offendono la dignità della donna anche le proposte di legge che vorrebbero sostituire 'papà' e 'mamma' con 'genitore 1' e 'genitore 2'; e tutto questo nel riconoscimento di una "grande missione sociale" che ogni donna deve compiere per il futuro della nazione.

È l'ultimo punto in particolare a scatenare le ire social e del mondo politico, quello che dice che il ruolo naturale della donna è la "promozione e il sostegno della vita e della famiglia". Poi "chi promuove l'utero in affitto, chi impone i termini 'genitore1' e genitore2', chi promuove le quote rosa, chi strumentalizza la donna per fare la rivoluzione".

Secondo il segretario della Lega di Crotone, Giancarlo Cerrelli, invece "il volantino è un inno al ruolo centrale della donna nella società". E Pina Picerno, europarlamentare del Partito democratico afferma: "L'idea della donna che emerge dall'ormai tristemente celebre volantino della Lega di Crotone è imbarazzante, oltre che ridicola". Una certa sinistra tende a propiziare dal '68 una lotta tra i sessi, che vede la donna contrastare in modo rancoroso l'uomo. "Leggere che 'offende la dignita' delle donne chi ne rivendica l'autodeterminazione suscitando un atteggiamento rancoroso nei confronti dell'uomo' - si legge nella nota pentastellata - ci riporta indietro di decenni". Noi dell'unione degli studenti condanniamo questo messaggio pieno d'odio verso la donna e invitiamo tutti gli studenti a prendere un ora della didattica scolastica per discuterne tra di loro e con i propri docenti come risposta alla propaganda maschilista. Tanto è vero che, stando a quanto trapela dallo stato maggiore di Movimento e Lega, potrebbe tenersi un nuovo vertice oggi, non è ancora chiaro se prima o dopo il consiglio dei ministri fissato per le 19.30.

Читайте также: Sportitalia: Venezia, esonerato Zenga. In arrivo Cosmi

Sugli scudi le ministre donne del Movimento 5 Stelle Elisabetta Trenta, Giulia Grillo e Barbara Lezzi. Diminuiscono anche i consensi a favore di altri partiti (3%, -0,3%) mentre per la prima volta da tempo non cala la percentuale di quelli che non si esprimono, passati in una settimana dal 30,9% al 30,8%.

Prende le distanze dal manifesto anche il M5s. Volete rinunciare alle vostre ambizioni, al vostro lavoro, alla vostra libertà? Ora sapete chi potete scegliere: "la Lega di Salvini", ha chiosato Nicola Fratoianni a commento del volantino. "È inoltre urgente la necessità di stabilire un salario minimo per questi lavoratori, considerando parametro essenziale la parità di trattamento economico per uomo e donna", ha concluso Lattanzio.

È polemica per il manifesto sulla dignità delle donne realizzato dalla Lega di Crotone e pubblicato in vista dell'8 marzo. Tante persone, omosessuali sia uomini che donne, omosessuali militanti che sono tornati etero, sono venute a dirmi di essere felicissimi e di essere passati per le terapie. "Un tuffo nell'oscurantismo e nel Medioevo che spaventa e preoccupa!".

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2019 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Share