Auto incendiata, bombe carta e petardi: notte folle a Foggia

Share

Tre attentati intimidatori sono stati compiuti la scorsa notte ai danni di calciatori e dirigenti del Foggia Calcio.

Il terzo episodio riguarda il centrocampista Massimiliano Busellato, espulso ieri durante il derby con il Lecce vinto dai salentini. Ignoti hanno infatti lanciato petardi nel giardino della sua abitazione. Stando a quanto ricostruito dagli investigatori, dopo l'1,30 sconosciuti hanno incendiato il suv Mercedes del calciatore parcheggiato nelle vicinanze di piazza Puglia, nel centro della città, distruggendone la parte anteriore. A riferirlo è la 'Gazzetta dello Sport', secondo cui prima dell'alba, verso le 4, era stata anche lanciata una bomba carta all'interno del pastificio Tamma, l'azienda di proprietà dei fratelli Franco e Fedele Sannella, patron del Foggia Calcio. Il custode della struttura avrebbe visto tre persone incappucciate entrare nel pastificio da un cancello di servizio e lanciare una bomba carta contro la Maserati di uno dei fratelli Sannella. L'ordigno artigianale, comunque, non ha provocato danni. I carabinieri stanno effettuando un sopralluogo nella villetta a schiera dove vive il calciatore. La tensione tra i tifosi è cresciuta molto dopo la sconfittacontro il Lecce che ha portato la squadra in piena zona retrocessione. Prese di mira le auto dei fratelli Sannella e di Iemmello e la casa di Busellato.

Tav, Ramella: studio Ue su alta velocità non è firmato da Ponti
Quest'ultimo, peraltro, "non solo non ha firmato la ricerca, ma non ne conosce in alcun modo i contenuti". E'quanto si legge in una nota della presidenza del Consiglio dopo il vertice di questa notte.

Di Francesco-Roma, ultimo allenamento. Addio a un passo. Ranieri unica strada
Sul pullman che ha riportato la squadra a Trigoria , Totti si è seduto vicino a Di Francesco , che sta vivendo le sue ultime ore da allenatore della Roma .

Giovedì nuova perturbazione, ma sarà più colpito il nord
Venti: In pianura venti deboli o moderati da est, in quota venti moderati da sud/sud-ovest in intensificazione in serata. Nel mattino avremo cieli da grigi a poco nuvolosi in ogni settore, con possibili nebbie sparse anche localmente dense.

Anche il sindaco della città pugliese ha condannato i tre atti intimidatori.

Sulla questione è intervenuto il sindaco di Foggia, Franco Landella, che ha tenuto a precisare come "la violenza non abbia nulla a che vedere con lo sport". Al momento, invece, la società non rilascia alcuna dichiarazione.

Share