L'addio della fidanzata di Tom Ballard: I tuoi sogni non erano lì

Condividere

Roma - "Con grande dolore informo che le ricerche di Daniele Nardi e Tom Balalrd sono terminate avendo Alex Txicon e i soccorritori confermato che le sagome individuate a circa 5.900 metri sono quelle di Daniele e Tom". Una montagna, e una via, quella dello sperone Mummery, diventata una sorta di ossessione per Nardi, raccontata dall'emozionante documentario di Federico Santini "Verso l'ignoto" (2016), in cui l'alpinista laziale viene seguito in due precedenti tentativi al Nanga Parbat, nel 2013 e nel 2015. Senza corde fisse, senza portatori e senza ossigeno. Queste le prime parole del post su Facebook scritto dallo staff di Daniele Nardi. Sua madre, Alison Hargreaves, è stata la prima donna, e la seconda persona dopo Reinhold Messner, a scalare l'Everest senza ossigeno e senza aiuti o sherpa, in completa autonomia, nel maggio 1995. Primo ottomila scalato, il Cho Oyu, nel 2002.

Un triste annuncio che ha inevitabilmente molto commosso il popolo del web, il quale è accorso per fare le più sincere condoglianze alla famiglia.

In Qatar brindisi coi calici di... Vinales
Il ternano è rimasto infastidito da un'azione strategica di Marquez, che lo ha infastidito durante le qualifiche. Abbiamo rimediato ad una situazione non buona. "In ogni caso sono felicissimo di partire dalla prima fila".

Cosa è emerso dal vertice notturno sulla Tav
Per il Movimento 5 Stelle dare il via alla Tav - il " No Tav " uno dei punti intorno al quale è sorto - potrebbe essere nefasto in un momento già difficile dal punto di vista del consenso.

Salvini posta FOTO col cartello, manifestante milanese insultata sui social
Davanti ad una porta, l'assessore della giunta del sindaco di Milano Sala, indica un foglio bianco su cui in nero c'è scritto "Salvini, sfigato".

Nardi ha partecipato alla spedizione Everest 2011:obiettivo? Posizionare la stazione di monitoraggio più alta del mondo, che invia dati in tempo reale sul clima alla Comunità Scientifica Internazionale. L'operazione ha raggiunto il suo target segnando un risultato storico e tutto italiano. Chiuso nel frattempo il campo base della spedizione: gli effetti personali, i computer, i materiali sono stati recuperati e saranno spediti alle famiglie. Ma soprattutto ci piace ricordarti con le tue parole: "'Mi piacerebbe essere ricordato come un ragazzo che ha provato a fare una cosa incredibile, impossibile, che però non si è arreso e se non dovessi tornare il messaggio che arriva a mio figlio sia questo: "non fermarti non arrenderti, datti da fare perché il mondo ha bisogno di persone migliori che facciano sì che la pace sia una realtà e non soltanto un'idea, vale la pena farlo'", è la conclusione del post. Con lui c'era anche Alex Txikon. Non vi è nulla che non si può sapere.

Faceva parte del suo amore per la montagna: "Era esperto e consapevole che a quei livelli la morte ti sfiora: aveva già perso un amico sul K2 - spiega Alessandra -. Ed era un visionario, come tutti i grandi esploratori". "Ho scalato lo sperone ma non sono riuscito ad arrivare sul plateux finale per arrivare in vetta - aveva detto Nardi durante una conferenza TED - e qui sta il vero motivo di andare in inverno sul Nanga Parbat a provare questa impresa: poter onorare Albert Frederick Mummery".

Condividere