Legittima difesa, via libera alla Camera. Ma il M5S resta perplesso

Share

Nell'aula della Camera si è riproposto, come ieri, lo scontro verbale tra Forza Italia e Pd. La Lega festeggia a suon di selfie nel cortile di Montecitorio.

Per quanto riguarda la riforma sulla legittima difesa tanto voluta dal vicepremier Salvini, come si spiega questo duro contrasto del 'Movimento 5 Stelle' a riguardo? Tanti i deputati 5S che non hanno partecipato al voto e parecchi sono gli stessi 'dissidenti' che hanno espresso riserve ad esempio sul decreto sicurezza o sostegno a presunti dossier sui rischi di incostituzionalità proprio sulla legittima difesa. Assenze a cui si aggiungono i 29 ufficialmente in missione. Io sono leale al contratto e si porta avanti e si vota. Fico si è limitato a sorridere.

PRIORITA' NEI PROCESSI. All'articolo 9 della legge si interviene sul codice di procedura penale affinchè "nella formazione dei ruoli di udienza debba essere assicurata priorità anche ai processi relativi ai delitti di omicidio colposo e di lesioni personali colpose".

Con la nuova norma la difesa sarà "sempre" legittima qualora ci si trovi "in uno stato di grave turbamento". "Le persone che finiscono a processo per eccesso di legittima difesa sono spesso 60/70enni - ha proseguito Molteni - Pensiamo al caso di Mario Cattaneo".

In Qatar brindisi coi calici di... Vinales
Il ternano è rimasto infastidito da un'azione strategica di Marquez, che lo ha infastidito durante le qualifiche. Abbiamo rimediato ad una situazione non buona. "In ogni caso sono felicissimo di partire dalla prima fila".

Tav, Ramella: studio Ue su alta velocità non è firmato da Ponti
Quest'ultimo, peraltro, "non solo non ha firmato la ricerca, ma non ne conosce in alcun modo i contenuti". E'quanto si legge in una nota della presidenza del Consiglio dopo il vertice di questa notte.

Calciomercato Inter: Icardi non rientra, largo a Zapata in estate
Su Astori: "È proprio accanto al mio armadietto - prosegue Chiesa - Anche il suo posto a tavola è accanto a me". Quel posto sarà sempre occupato. "I suoi insegnamenti sono rimasti dentro di noi".

Viene poi modificato l'articolo 624 bis del codice penale, prevedendo che nei casi di condanna per furto in appartamento e furto con strappo, la sospensione condizionale della pena sia subordinata al pagamento integrale dell'importo dovuto per il risarcimento del danno alla persona offesa. Anche la multa diventa ben più che doppia: si arriva ad un minimo di cinquemila euro ad un massimo di ventimila, contro l'attuale minimo di 1032 e massimo di 10329. Infine, vengono aumentati anche gli anni massimi di carcere per la rapina, fino a sette.

L'intervento riprenderebbe, secondo i proponenti, il modello francese che prevede "una presunzione di legittima difesa per gli atti diretti a respingere l'ingresso, mediante effrazione, di sconosciuti in un'abitazione privata ovvero presso un'attività commerciale professionale o imprenditoriale con violenza o minaccia di uso delle armi". "Voi votate il provvedimento per legittima difesa perché senno ve ne andate tutti a casa" tuonano da Forza Italia, e i pochi pentastellati presenti intorno a Matteo Salvini - un assente tra tutti, il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede - tacciono, e incassano. Il testo dovrà comunque tornare al Senato. Grande successo del centrodestra "disunito" che, alla conferma dell'approvazione, si è lasciato andare ad un applauso comune partito da Forza Italia, continuato con Fratelli d'Italia e finito con i governanti della Lega.

"Gli italiani non hanno nessuna voglia di armarsi". "Da deputato di Forza Italia voterò liberamente e quindi invito i miei ex colleghi del Movimento 5 stelle a votare come me e a lasciare l'aula", ha detto il parlamentare. Questo il commento a caldo del vice capogruppo alla Camera dei Deputati e commissario della Lega di Milano, Fabrizio Cecchetti in merito all'approvazione della legge sulla legittima difesa.

Share