Banca d’ Italia chiude con utile netto in forte crescita

Share

"Esprimo vivo apprezzamento per il bilancio 2018 e l'azione di rafforzamento patrimoniale dell'istituto, risultati apprezzabili considerato anche il complesso contesto in cui Banca d'Italia opera".

Macina utili Bankitalia. I dati 2018, resi noti dal governatore Ignazio Visco nella relazione all'assemblea dei Partecipanti, evidenziano un utile netto di 6,24 miliardi, in crescita rispetto ai 3,9 miliardi del 2017. "Desidero ricordare che la legge di riforma, nel confermare la struttura associativa di tipo privatistico, non ha cambiato la natura della Banca d'Italia: un istituto di diritto pubblico che svolge le funzioni di interesse generale attribuitegli dall'ordinamento italiano ed europeo", sottolinea Vsico.

I partecipanti al capitale della Banca d'Italia, ricorda Visco, "non hanno alcun diritto sulle riserve auree e valutarie, la cui detenzione e gestione costituisce uno dei compiti fondamentali assegnati alle banche centrali dal trattato sul funzionamento dell'unione europea".

F1, Ferrari in pole in Bahrein: pole di Leclerc davanti a Vettel
Mattia Binotto , Team Principal " Il Gran Premio del Bahrain e' la seconda tappa di una stagione molto lunga e impegnativa. Quindi capisco la decisione e non sono frustrato. "Alla fine gli siamo arrivati più vicini di quanto mi aspettavo".

Battisti: "Se parlavo mi uccidevano. Da latitante ho dissimulato"
E' avvenuto sabato, quando e' stato interrogato in carcere dal pm Alberto Nobili . Non una vittima diretta di Battisti , ma del terrorismo degli anni di piombo .

Inter: Icardi, esilio finito. L'attaccante si allena in gruppo
Derby d'Italia in Cina? "Speriamo di essere accolti dai tifosi asiatici con grande calore, per noi sarà un piacere tornare da loro". "La squadra sta preparando la gara al meglio insieme al Mister".

Coiè il Quantitative easing ha fatto bene alle casse di Palazzo Koch, che al 31 dicembre 2018, sui 393 miliardi di titoli acquistati nell'ambito del programma, ne deteneva ben 320 di debito italiano (che, come noto, paga discreti rendimenti causa del suo elevato spread che ha, quindi, di fatto generato l'aumento degli utili). Gli attivi riconducibili a operazioni di politica monetaria rappresentano due terzi del totale di bilancio.

"I costi operativi hanno registrato una flessione del 2,5 per cento, dovuta soprattutto alle minori indennità di fine rapporto erogate nell'anno e alla diminuzione degli accantonamenti legati all'uscita dei dipendenti", dice ancora Visco. "Di conseguenza, le spese per il personale in servizio e in quiescenza si sono ridotte di 54 milioni; le rimanenti spese sono aumentate complessivamente di 4 milioni". Nel giro degli ultimi dieci anni il bilancio della banca centrale risulta triplicato.

Share