Martedì sciopero dei lavoratori dell' Agenzia delle Entrate

Share

"A distanza ormai di anni dall'effettuazione delle prestazioni e del raggiungimento degli obiettivi- si legge in un comunicato unitario delle organizzazioni sindacali che promuovono lo sciopero del 2 aprile - il personale dell'Agenzia si vede ancora incredibilmente negare le somme spettanti relative agli anni 2016 e 2017". Infatti questi fondi non solo sono stati stanziati e sono nelle disponibilità dell'agenzia ma sono stati regolarmente contrattati e sottoscritto con accordi sindacali, ma risultano nei bilanci certificati dell'Agenzia regolarmente approvati dagli organi di controllo compreso la Ragioneria generale dello stato e la Corte dei conti. I sindacati parlano di oltre 19 miliardi di euro l'incasso dell'Agenzia nell'anno 2018, "un importo che si è potuto raggiungere grazie alla professionalità e all'efficienza dei suoi dipendenti, che allo stesso tempo sono fortemente penalizzati per la mancata corresponsione del proprio salario accessorio". Sono queste le principali motivazioni che hanno indotto i lavoratori dell'Agenzia delle Entrate a proclamare lo sciopero generale nazionale che si terrà domani - martedì 2 aprile.

Il salario accessorio dei lavoratori dell'Agenzia deriva da una convenzione sottoscritta ogni anno con il Ministero dell'Economia.

Miami, Federer in finale contro Isner
Un doppio fallo consente allo statunitense, finalista l'anno scorso, di completare il controbreak sul 5-5 e allungare il tiebreak. Decisivo il parziale dal 3-3 al 6-3 per indirizzare la sua dodicesima semifinale in carriera in un Masters 1000.

Fabrizio Corona, compleanno in carcere: gli auguri toccanti di Parpiglia
Insomma, pare che Fabrizio Corona non sia pentito di ciò che ha fatto e tornando indietro si renderebbe protagonista delle stesse azioni.

Gonzalo Higuain, l'addio drammatico alla nazionale argentina: "Il mio ciclo è finito"
Queste le sue parole: "Al Chelsea mi sono dovuto adattare al più presto per dimostrare di essere arrivato qui per restarci". Da Londra stanno però provando a strappare uno sconto , che da Torino non sembrano disposti a concedere.

"I lavoratori della Direzione Provinciale di Grosseto si ritroveremo in assemblea, unitariamente indetta da Cgil, Cisl e Uil, lunedì 1 aprile alle ore 12.30 in quell'occasione sarà presente Carmine di Leo, componente, per la CGIL - FP della Commissione Nazionale trattate per l'Agenzia delle Entrate".

"Se il problema fino a pochi giorni fa era quello di reperire risorse aggiuntive per riconoscere tali sforzi, resi ancora più complessi dalle nuove attività attribuite e dai carichi di lavoro aumentati, oggi apprendiamo che l'Agenzia mette in discussione parte delle risorse storicamente affluite al Fondo, previste dallo Statuto dell'Agenzia e dal CCNL: quelle relative alle attività aggiuntive svolte per conto di altri Enti pubblici, che si attestano mediamente sui 30 milioni annui. Il 2 aprile, i lavoratori dell'Agenzia delle Entrate sciopereranno non solo per vedersi riconosciuto il diritto a percepire soltanto quanto spetta come corrispettivo del proprio lavoro; ma i lavoratori sciopereranno anche e soprattutto per vedere garantita alla cittadinanza l'offerta di un servizio sempre più qualificato ed effettivamente vicino al cittadino" conclude la nota.

Share