Eni ha evacuato il personale italiano in Libia

Share

Damiano afferma che i lavoratori italiani in Libia sono in ogni caso un numero ridotto. "In realtà all'interno della formazione c'è una spaccatura tra chi è incline ad Haftar e chi mantiene la sua lealtà a Fayez al Sarraj", spiegano fonti informate. Spingendosi a occidente e cioè contro il governo riconosciuto dalla comunità internazionale, Haftar si è di fatto messo in una posizione di debolezza, tant'è che ieri sera, in occasione di un intervento televisivo, al-Serraj lo ha accusato apertamente di "tradimento".

Rischio guerra nei cieli in Libia: le forze del generale Khalifa Haftar hanno annunciato di aver decretato una no-fly zone sulla parte ovest del Paese. La Forza di protezione di Tripoli, un'alleanza di milizie leali al Gna, ha confermato di avere compiuto raid aerei "intensi", dicendo che è avvenuto dall'aeroporto di Mitiga a Tripoli e da quello di Misurata.

"Non alzate le armi se non di fronte a chi commette ingiustizie e sceglie lo scontro e la lotta, sparate solo in risposta a chi imbraccia un'arma - si ascolta in un audiomessaggio - Chi getta via la sua arma è al sicuro, chi è rimasto a casa è al sicuro e chi alza la bandiera bianca è al sicuro".

La conferenza nazionale prevista per metà aprile in Libia, informa l'inviato Onu Salamé, resta ancora in programma nonostante l'assalto lanciato dal generale Haftar: "Siamo determinati ad organizzare" questa conferenza interlibica "nella data prevista", ovvero dal 14 al 16 aprile, "a meno che circostanze rilevanti non ci impediscano di farlo". Lo rende noto il Lybia Observer sulla propria pagina Twitter. La situazione vede ora un certo numero di forze fedeli al generale, riconducibili alla tribù Farjani da cui proviene lo stesso Haftar, a ridosso di Qas Ben Gashir, in prossimità dall'aeroporto internazionale di Tripoli, a circa 25 km in linea d'aria dal centro della città.

Читайте также: Spalletti: "Icardi titolare contro l’Atalanta? Vedremo, conta l’Inter non il singolo"

Per il momento però la marcia del suo Esercito nazionale libico verso Tripoli sembra avere ottenuto il risultato politico di ricompattare Francia e Italia a suo svantaggio, e anche dal punto di vista militare il successo dell'operazione non appare scontato.

"Abbiamo teso le nostre mani verso la pace - ha detto in un discorso in tv - ma dopo l'aggressione da parte delle forze di Haftar e la sua dichiarazione di guerra contro le nostre città e la nostra capitale (.), lui (Haftar, ndr) troverà forza e fermezza".

Il Comando Usa in Africa ha annunciato con una nota di avere "temporaneamente evacuato" un contingente di forze statunitensi dalla Libia. L'ONU ha dichiarato che la sua richiesta di una tregua umanitaria in Libia è stata ignorata e che i servizi di emergenza hanno dichiarato di non essere stati in grado di entrare nelle aree in cui si svolgevano i combattimenti.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2019 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Share