La guida del Foglio alle elezioni in Israele

Share

"In queste elezioni c'è un chiaro vincitore e un chiaro perdente" Lo riferisce Haaretz.

La principale questione della campagna elettorale è il coinvolgimento di Netanyahu in tre casi di corruzione, che hanno dato slancio al nuovo partito Blu e Bianco guidato dall'ex capo dell'esercito Benny Gantz. I primi exit poll diffusi subito dopo la chiusura delle urne fotografano un voto al fotofinish, il più incerto degli ultimi anni. "Sono onorato di mettermi a servizio di Israele - ha detto Gantz durante il voto - sono onorato di impegnarmi per il bene dei cittadini su una nuova via".

Gattuso: "Ci giochiamo tutto con la Lazio, sull’arbitro credo…"
Il tecnico rossonero è intervenuto nella discussione e ha poi dichiarato: "Io sono una persona che porta grandissimo rispetto. L'arbitro? Credo sia in buona fede, altrimenti non avrebbe senso fare questo mestiere.

Le Pen e Orban, i grandi assenti al vertice sovranista di Salvini
Due assenze eccellenti all'incontro fra i partiti sovranisti convocato dal leader della Lega Matteo Salvini e previsto a Milano per lunedì 8 aprile.

"Riccardo Fogli sta male": le parole di Silvia Toffanin
Marina La Rosa, prima di cancellare il suo post contro Verissimo, aveva risposto anche ai commenti dei suoi follower . I suoi atteggiamenti e il suo carattere spinsero le persone a definirla con l'appellativo "gatta morta".

Nei tre exit poll Gantz prende 36-37-37 seggi contro i 36-33-36 del primo ministro. Ora si tratta di passare ai voti reali, con uno spoglio al cardiopalma che durerà tutta la notte. L'esito delle piccole liste - soprattutto a destra - sarà decisivo nella formazione delle coalizioni: saranno loro a consentire a Netanyahu di ottenere il suo quinto mandato (il premierato più lungo nella storia di Israele) o a Gantz l'impossibile miracolo di aver detronizzato l'uomo al comando da 13 anni.Si vota per le elezioni politiche in Israele. "E' una giornata di speranza, di unità del popolo. Faccio appello a tutti, rispettiamo la democrazia e andiamo a votare". Stando ai primi dati una coalizione con il Likud di Netanyahu e i piccoli partiti di destra alleati con lui avrebbe tra 60 e 66 seggi dei 120 del Parlamento. L'altra tv commerciale, Canale 12, assegna un vantaggio a Gantz di quattro seggi (37 a 33), mentre la tivù pubblica dà un vantaggio a Blu-Bianco di un solo seggio (37 a 36). L'affluenza alle 20 si è attestata al 61,3%, pari a 3.884.636 elettori, in calo rispetto al 62,4% del 2015. "Solo un Likud grande - ha messo in guardia - impedirà un governo di sinistra".

Share