Trump silura il capo del Secret Service

Share

Si tratta per la maggior parte di persone originarie di Honduras, El Salvador e Guatemala, paesi dell'America centrale.

"Nielsen, 47 anni, era stata nominata ministra dell" interno nel dicembre del 2017, prendendo il posto del suo mentore John Kelly, diventato nel frattempo capo di gabinetto alla Casa Bianca. Miller avrebbe anche convinto Trump a ritirare la nomina di Ronald Vitiello a capo dell'Ice, la temutissima polizia per il controllo dei migranti, riferendo al presidente che il funzionario era contrario - come del resto moltissimi esponenti repubblicani - a chiudere il confine del Messico, come minaccia di fare Trump da giorni.

I rapporti già tesi tra la Nielsen e Trump, non potevano che portare al siluramento del ministro.

La donna non si è dimessa ragion per cui il numero uno della Casa Bianca, dopo un colloquio, pare l'abbia indirizzata nel farlo.

L'incontro è stato definito "cordiale" dall'amministrazione, ma Trump "era determinato" nel chiedere le sue dimissioni, e - ovviamente - le ha ottenute.

Di Maio: "Sarò garante flat tax"
La chiave della svolta M5S in Parlamento "è il lavoro di squadra costruttivo". Il 4 marzo 2018 abbiamo preso il 32% e quel numero ci legittima a governare.

Messico, italiano ucciso in un ristorante a Città del Messico
Le autorita' non escludono che il movente dell'omicidio sia una "vendetta per una truffa": Stefano vendeva dei macchinari cinesi, spacciandoli per tedeschi.

Spalletti: "Icardi titolare contro l’Atalanta? Vedremo, conta l’Inter non il singolo"
Sono belli non per caso, una squadra che in questi ultimi anni ha mantenuto un'identità da quando è arrivato Gasperini . Difficile il recupero di Lautaro Martinez e De Vrij: "Vediamo quello che succede in allenamento".

L'opposizione ha infatti definito il licenziamento come l'ultimo step di una escalation sempre crescente della politica anti-immigrazione di Donald Trump. Il ministero della Homeland Security viene dunque commissariato.

Poi un'altra frase volgare che disprezzo per chi soffre e muore: "I migranti stanno arrivando come fosse un picnic, come dicessero 'andiamo a Disneyland".

Sono troppi i migranti che riescono ad attraversare la frontiera ed arrivano illegalmente negli Stati Uniti, secondo Trump. Termini pesanti, che Nielsen potrebbe aver ritenuto inaccettabili, fanno notare alcuni ben informati osservatori.

Dopo le dimissioni lo scorso dicembre del capo del Pentagono Jim Mattis e del chief of staff della Casa Bianca John Kelly, l'amministrazione Trump perde un altro pezzo: se ne va anche la ministra dell'Interno, Kirstjen Nielsen. Trump ha bisogno di un rilancio dal punto di vista di consenso elettorale: spinta che serve per attirare l'attenzione dei suoi elettori e soprattutto dei tanti indecisi in questa fase di fermento dei Democratici.

Share