Inter, Nainggolan: "Se segno alla Roma non esulto"

Share

"Dobbiamo vincerle tutte" ha dichiarato in una lunga intervista al Corriere dello Sport il Ninja, che ha spiegato: "Ho 30 anni e sto diventando. grande".

Le dà fastidio ascoltare tanti giudizi poco lusinghieri sull'operazione che ha portato lei all'Inter e Zaniolo alla Roma? "Sono rimasto in buoni rapporti con tanti miei ex compagni e mi farebbe piacere vederli felici". Nella Capitale ho vissuto anni indimenticabili e belli. Il caso Icardi? In una squadra tutti sono importanti, ma nessuno è indispensabile. Io penso alla mia carriera e stop.

MONCHI - "Con lui avevo un rapporto aperto: riuniva spesso i 6-7 giocatori più rappresentativi e tutti insieme parlavamo di come fare il meglio per la società e la squadra". Io ho giocato 10 anni ad alto livello, 9 bene e questo così così. Lui ha fatto 20 partite in A, 18 buone. Mi ha fatto sentire importante. Roma e Juve nelle prossime due: contro chi sceglierei di perdere se dovessi? "E' facile fare una stagione buona, ma vediamo tra 10 anni.".

La fede e gli errori di Fabrizio Moro in "Figli di nessuno"
E' un disco incazzato perche' c'e' l'anima del marciapiede che mi porto sempre dietro, anche a 44 anni. E io mi sento esattamente figlio di nessuno: non appartengo a niente, per questo mi sento libero .

Amsterdam, scontri e lancio di fumogeni. Salvini: "Fermati 120 tifosi bianconeri"
Ajax-Juventus si affrontano martedì 10 aprile alle ore 21 per la partita d'andata dei quarti di finale di Champions League 2018-2019.

Trump silura il capo del Secret Service
La donna non si è dimessa ragion per cui il numero uno della Casa Bianca, dopo un colloquio, pare l'abbia indirizzata nel farlo. Sono troppi i migranti che riescono ad attraversare la frontiera ed arrivano illegalmente negli Stati Uniti , secondo Trump .

Lo spero. Anche senza un ruolo importante, lui rappresenterà sempre la Roma.Non ha bisogno di una carica più o meno importante per dimostrare chi è.

Nainggolan che però non si arrende, anzi: "Nella mia carriera in media ero abituato a giocare 40-50 incontri a stagione. Ma il calcio è questo, io sono dell'Inter e devo dare il massimo per questa maglia ma ho rispetto di dove ho giocato". "La mia destinazione (l'Inter, ndr) però l'ho scelta io perché Spalletti ha spinto per avermi ed è stata la decisione giusta". Tre giorni dopo il suo addio alla Roma, squadra di cui diceva di essere innamorato, era già d'accordo per tornare a Siviglia. "Senza di lui ipoteticamente avrei potuto essere ancora là o in qualche altra squadra". Io dico che se Icardi ha avuto problemi con qualcuno, toccava a lui risolverli e non farli ricadere sulla squadra. È una cosa nota... Radja Nainggolan di certo non sta vivendo la sua miglior stagione da quando è in Italia e, come riporta la rassegna stampa di Radiosei, ha come maggior rimpianto il match di campionato perso contro la Lazio: "Ultimamente abbiamo sbagliato solo la gara contro la Lazio, una sfida che se avessimo vinto ci avrebbe portati a +8 sulle altre". Io però non ho mai avuto la smania di andarci: preferisco conquistare un trofeo da protagonista piuttosto che alcuni scudetti giocando solo 10 partite.

Share