Milan-Lazio, Giorgetti: ''Maglia Acerbi? Gesto Kessi e Bakayoko stupido e indegno''

Share

Mostrare la maglia dell'avversario a mo' di scalpo dopo aver vinto lo scontro diretto per la Champions League.

I due hanno festeggiato assieme ai compagni sotto la Curva Sud di San Siro esibendo come un trofeo, e come segno di irrisione, la maglia del difensore biancoceleste. E come gesto innocente lo ha del resto, lucidamente, interpretato anche lo stesso Direttore Sportivo della Lazio, Igli Tare, che a fine gara ha dichiarato che si è trattato di uno "sfottò che fa parte di una partita accesa, non dobbiamo dargli grande importanza". La polemica infatti è scoppiata fra loro due, che si erano punzecchiati su Twitter.

Serie A mediocre, Totti presidente e Ronaldo un mostro, ma...
ROMA-SAMP 2010 - "In quella partita, se ce ne facevano 5 nel primo tempo, non avrebbero rubato nulla". Esclusa la Juve , comunque, vedo un campionato mediocre. "E mi piacerebbe Donadoni come allenatore".

Paolini al secondo turno, Errani entra come lucky loser — WTA Bogota
In campo la 31enne torinese Giulia Gatto-Monticone, 173 del ranking, che al primo turno sfida la slovacca Viktoria Kuzmova. Torneo Wta International dotato di un montepremi di 250mila dollari in corso sulla terra rossa di Bogotà, in Colombia.

Serie A, il Genoa in 10 strappa un punto a Napoli
E come dimenticare la sfida del Ferraris del 2007, quando Napoli e Genoa festeggiarono una doppia promozione in Serie A . Se permettiamo agli attaccanti avversari di girarsi e calciare non va bene.

Chi, invece, non si aspettava un epilogo del genere era Acerbi che con quel gesto di campo pensava di aver chiuso sul campo la questione nata sui social. "Il calcio regala queste sfide che si trasformano in emozioni, il calcio è solo un gioco ma è quello più bello del mondo". "Si smanetta troppo e un professionista deve usare meno possibile i social network e concentrarsi a fare un'ora di allenamento in più".

Una volta negli spogliatoi, Bakayoko ha poi pubblicato una storia sul proprio profilo Instagram nella quale ha mostrato nuovamente la maglia di Acerbi e la scritta "1-0 amico mio" , accompagnata dall'hashtag #ForzaMilan. Chiedo scusa ad Acerbi se si è sentito offeso", seguito poi da Kessie: "Le mie scuse più sincere ad Acerbi, volevo semplicemente scherzare, niente di più. "Massimo rispetto per tutti", ha scritto su Instagram.

Share