Def, Tria in audizione: "Aumento Iva confermato in attesa di alternative"

Share

Parlando del Def, il Ministro dell'Economia Giovanni Tria ha confermato l'aumento dell'Iva pur in attesa di misure alternative.

L'aumento Iva ci sarà lo conferma il ministro dell'economia Giovanni Tria nel corso dell'audizione nelle commissioni Bilancio di Camera e Senato sul Documento di economia e finanza del governo e le iniziative per la crescita. La flat tax e la "generale sistemazione del sistema fiscale per alleggerire il carico sui ceti medi" arriverà nella prossima legge di Bilancio, mentre sul trasporto pubblico locale, cui mancano 300 milioni che rientrano nei due miliardi di spesa congelati dalla clausola di salvaguardia sulla minore crescita, "bisognerà fare qualche intervento in sede di assestamento di bilancio, ci sono risparmi di spesa sul pagamento degli interessi dello spread, penso che si potrà intervenire". "La legislazione vigente in materia fiscale è confermata in attesa di definire nei prossimi mesi misure alternative", ha detto Tria, in audizione sul Def in commissione Bilancio al Senato, aggiungendo che "lo scenario tendenziale del Def incorpora i rialzi dell'Iva e delle accise". C'è, certo, un forte rallentamento, con previsioni di crescita che sono però migliori per la seconda metà dell'anno. In più la Lega vuole la flat tax per l'Irpef che no n costa meno di 12 miliardi, la conferma di quota 100 per le pensioni e i 5Stelle pretendono di rinnovare il reddito di cittadinanza. Per il ministro "la strategia che si intende perseguire" vede "il rilancio degli investimenti pubblici come fattore fondamentale", insieme al sostegno alle imprese per l'innovazione tecnologica. Ad ammetterlo è il ministro dell'Economia Giovanni Tria.

"Le tendenze dei primi due mesi mostrano dati incoraggianti, la produzione ha invertito il trend negativo e ha segnato due incrementi rilevanti a gennaio e febbraio con l'indice destagionalizzato superiore dell'1,3% al livello medio del periodo precedente", (...) Segnali positivi arrivano anche dall'indice del settore terziario.

Gasperini, Empoli è una signora squadra
PAPU GOMEZ E JOSIP ILICIC - "Gomez è l'esaltazione dell'ex finalizzatore, è un tuttologo, uomo squadra, faro, catalizzatore". L'Inter? La programmazione non esiste e Gasperini è stato vittima di un sistema che prima fa gola ma poi ti scarica.

Grande Fratello anticipazioni: chi è il concorrente pronto a lasciare il reality?
Un brutto episodio lo ha definito Iva, sottolineando la grande differenza che la contraddistingue dalla Maionchi. Non c'è proprio un interesse cioè come ragazzo sì, lo sguardo, quello che ti pare, ma non vedo altro.

Ladri restituiscono auto rubata a Zaniolo
La stessa cosa era capitata a Daniele De Rossi , ma il furto della sua auto durò solo due giorni. I ladri avrebbero riportato la vettura rubata alla madre proprio sotto casa del calciatore.

Perché l'Italia riduca il gap di crescita con i partner europei "è anche necessario un cambiamento del modello di crescita europeo - ha aggiunto Tria - verso una promozione della domanda interna, senza pregiudicare la competitività". Tale revisione, ha spiegato, "è stata ampiamente coerente con la situazione generale". "Gli obiettivi programmatici - ha spiegato - risultano sostanzialmente in linea con quanto previsto dalle regole europee e nazionali, sebbene puntino a miglioramenti del saldo strutturale più contenuti date le condizioni ancora difficili della nostra economia e il recente peggioramento congiunturale". Tutto già noto e scritto nel Def, ma poco dopo arriva la precisazione del vicepremier Luigi Di Maio: "Con questo governo non ci sarà nessun aumento dell'Iva, deve essere chiaro". Di Maio sottolinea che "l'obiettivo è ridurre il carico fiscale su famiglie e imprese".

"Quello che noi delineiamo nel Def è un percorso di previsioni e obiettivi che comporta la piena sostenibilità del debito e del rapporto debito-Pil, non c'è una sua crescita esplosiva ma la sua riduzione".

Share