Scontri in Irlanda del Nord, muore una giornalista di 29 anni

Share

Stanotte a Londonderry, nell'Irlanda del nord, una giornalista di 29 anni anni è stata uccisa durante gli scontri tra manifestanti e polizia.

Mark Hamilton, vicecapo della polizia, ha confermato: "Purtroppo posso confermare con tristezza che c'è stata una sparatoria in serata a Creggan e che una 29enne è stata uccisa".

Diretta Napoli-Arsenal ore 21: come vederla in tv e formazioni ufficiali
Inoltre, la partita sarà visibile anche all'interno di Diretta Goal: sarà trasmessa sul canale 251 di Sky e in chiaro su TV8 . Il collegamento inizierà alle 20.00, con lo studio di Anna Billò e i suoi ospiti.

Inter, pronti 30 milioni per Gundogan: il centrocampista non rinnoverà
L'Inter , dunque, potrebbe usare la stessa formula con cui ha convinto Diego Godin , ovvero un contratto di 4 anni da 6 milioni a stagione.

Ciclismo, Victor Campenaerts straccia il record dell'ora
Le prime parole del belga dopo il record sono una dedica all'ex compagno Stig Broeckx, caduto al Giro del Belgio e andato in coma.

Secondo alcune notizie, gli scontri a Londonderry con i dissidenti repubblicani sono scoppiati dopo alcuni raid della polizia in abitazioni nelle zone di Mulroy Park e Galliagh in relazione alle indagini su un autobomba scoppiata lo scorso gennaio. La polizia parla di "atto terroristico". Una collega di McKee, Leona O'Neill, ha raccontato: "Ero in piedi accanto lei quando è caduta accanto a una Land Rover della polizia. Non è solo l'omicidio di una giovane donna, ma un gesto di violenza nei confronti della città", ha detto. Le violenze arrivano appena prima del fine settimana di Pasqua, in cui i repubblicani celebrano la Rivolta di Pasqua del 1916.

Le immagini che circolano sui social media mostrano persone da volto coperto che lanciano bombe carta e pietre contro i gli agenti, davanti a alcuni mezzi in fiamme.

Share