"Arrestato per colpa di Apple", 18enne fa causa per un miliardo didollari

Share

Un diciottenne di New York ha intentato causa nei confronti di Apple per un miliardo di Dollari in quanto, secondo le sue accuse, sarebbe stato erroneamente arrestato a causa di un malfunzionamento del sistema di riconoscimento facciale del colosso di Cupertino.

Bah afferma di avere in precedenza perso il suo permesso provvisorio di guida senza foto (l'equivalente del nostro "foglio rosa"), autorizzazione che qualcuno avrebbe trovato e sfruttato per identificarsi negli Apple Store.

Nell'azione legale vengono citati gli agenti e si sostiene che Apple abbia usato la sua tecnologia di riconoscimento facciale per identificare taccheggiatori. Il legale di Bah ipotizza che il documento sia stato presentato in un Apple Store e che sia stato quindi abbinato al volto del ladro ripreso dalle telecamere.

Sri Lanka: esplosioni, almeno 50 morti
Almeno sei esplosioni simultanee in tre chiese della capitale Colombo , altrettante bombe in hotel frequentati da turisti. Gli altri hotel colpiti sono lo Shangri-La e il Kingsbury Hotel . " Per favore restate in casa ".

Conti Saipem: i risultati del primo trimestre 2019
Saipem ha archiviato i primi 3 mesi del 2019 con ricavi pari a 2,16 miliardi di euro, in aumento del 12,6 % rispetto al 2018. Nel periodo il gruppo ha acquisito nuovi ordini per un totale di 2,52 miliardi.

Europa League: 4-3 allo Slavia Praga, Chelsea in semifinale
Il Chelsea passeggia per 45' contro lo Slavia poi rischia di complicarsi la vita ma alla fine si qualifica per le semifinali.

Questo significa che ogni volta che il taccheggiatore entra in un negozio Apple viene registrato con il nome di Bah nei sistemi di sorveglianza di Apple.

In tre casi, i procedimenti sono stati archiviati.

Il primo indizio di Bah fu una citazione di un tribunale municipale di Boston, ma non era mai stato in città e apparentemente stava assistendo al suo ballo di fine anno a Manhattan il giorno del furto.

Share