Prezzi biglietti Napoli - Cagliari, la risposta del club ai tifosi?

Condividere

Insigne è una pedina importante per il nostro futuro e quindi è andata come tutti volevamo che andasse.

"Se andiamo a vedere il numero di occasioni e i tiri in porta oggi non siamo stati molto intraprendenti, anche se al -pronti via- la più bella occasione l'abbiamo avuta noi". Sarà il Cagliari l'avversario di domani sera e Carlo Ancelotti garantisce sulla determinazione della squadra. "Giocare bene significa avere più possibilità di vincere". E' già da un bel po' che ne parliamo. Si è in continua evoluzione.

Calciomercato Juventus, Allegri: ‘Incontro Agnelli? Ecco cosa ci diremo’
Per quanto riguarda la difesa a tre... no, domani giocano Chiellini e Bonucci in una linea a quattro. Nel secondo tempo il Torino non ha mai tirato in porta, e nel primo gli abbiamo regalato un gol.

Chewbacca addio: Star Wars in lutto, è morto l'attore Peter Mayhew
Mayhew sapeva quanto i fan fossero importanti perché il franchise continuasse ad avere successo, e gli è stato devoto. Io e milioni di altre persone non dimenticheremo Peter e ciò che ha dato a tutti i noi.

Da Lugano i soldi di Berlusconi per il silenzio di Ruby
Lo riporta il Fatto Quotidiano. 400mila euro trasferiti da Lugano a Playa del Carmen in Messico. La rogatoria svela che i versamenti sono due: uno da 300mila euro, l'altro da 60mila euro.

In settimana c'è stato l'incontro con Insigne: "Lorenzo ha ribadito la voglia di rimanere e di allungare il contratto".

L'allenatore del Napoli aveva con sé due fogli: il primo elencava le gare vinte, perse e pareggiate rapportate alla distanza totale corsa. "Al momento c'è la volontà da parte di tutti di restare". Ma per il futuro la società partenopea non sembra intenzionata a fare grandi operazioni di mercato, operazioni in stile Cristiano Ronaldo, e a confermarlo ci ha pensato proprio il mister degli azzurri. La direzione tecnica è molto competente. "Voglio solo fare l'allenatore". "Sono giocatori che comunque ci interessano, ma poi non è così facile chiudere le trattative". Ma non credo che questo sia capitato per le prestazioni, è successo altre volte. E soprattutto, non sarebbe meglio, per il calcio italiano, diminuire la quantità di squadre presenti in Serie A, così da aumentare la competitività di un campionato che è sempre più scontato e vende sempre meno all'estero? Sta bene e probabilmente non ha i 90 minuti. "Vogliamo dare un segno di serietà fino all'ultimo minuto di questo campionato". L'obiettivo è di migliorare la qualità della rosa, l'esperienza. Ancelotti è stato categorico: "Non cambierà nulla, continueremo col 4-4-2". Ad esempio con la Roma sia abbastanza chiara la situazione: non si conosce bene la proprietà, straniera, ma credo che il tifoso dovrebbe essere attaccato più ai colori della maglia.

Condividere