Venezuela, telefonata Trump Putin. Accordo nucleare anche con la Cina

Share

Per l'occasione, i due leader hanno svolto consultazioni sullo status quo e sulle prospettive delle relazioni bilaterali, discutendo principalmente la cooperazione economica. Secondo la presidenza russa, i due capi di Stato si sono espressi anche a favore dello sviluppo dei rapporti economici bilaterali. Abbiamo parlato di commercio, Venezuela, Ucraina, Corea del Nord, controllo degli armamenti nucleari e anche della 'bufala russa'. Entrambe le parti hanno ritenuto che l'attuale compito importante sia continuare a promuovere la denuclearizzazione della penisola coreana e realizzare una normalizzazione a lungo termine della situazione della penisola. Costringendo tutto il traffico originato all'interno del Paese a transitare solamente sui server di reindirizzamento fisicamente localizzati nel territorio nazionale, il governo può però ottenere molto di più: intanto acquisisce più margine di manovra nel controllo e nell'eventuale censura di attività sgradite, ma soprattutto ha la possibilità di essere il primo a tagliare fuori i propri cittadini dall'accesso al mondo esterno.

Nella conversazione telefonica avuta oggi i presidenti di Stati Uniti e Russia, Donald Trump e Vladimir Putin, hanno discusso anche di "accordi sul nucleare tra i due paesi" e del dossier della Corea del Nord.

MotoGp a Jerez, podio tutto spagnolo. Vince Marquez
La classifica generale vede Marquez in vetta (70 punti), secondo Rins (69), terzo Dovizioso (67), quarto Rossi (61). Al 10° giro Marquez inizia ad allungare su Quartararo, il primo degli inseguitori, incalzati dall'arrembante Rins.

Chewbacca addio: Star Wars in lutto, è morto l'attore Peter Mayhew
Mayhew sapeva quanto i fan fossero importanti perché il franchise continuasse ad avere successo, e gli è stato devoto. Io e milioni di altre persone non dimenticheremo Peter e ciò che ha dato a tutti i noi.

Seaman sicuro: "Ramsey? L'Arsenal è più grande della Juventus"
Sono arrivato che ero un ragazzo giovane e ora sono un uomo spostato e con tre bambini, e pieno di orgoglio e ricordi di cui farò tesoro.

Durante lo scambio, Trump ha detto che gli Stati Uniti sono "al fianco del popolo venezuelano".

Share