Scudetto 2006 all’Inter, collegio del Coni: "Ricorso Juve inammissibile"

Share

"Lo so, lo so, che quella porcata di Calciopoli - ossia una giuria messa in piedi da un ex membro del Consiglio di Amministrazione dell'Inter che assegna lo scudetto alla società nerazzurra, che in quel campionato era finita terza a 14 punti dalla Juve - è stata confermata dalle successive giurie che hanno giudicato "inammissibile" il ricorso presentato da Andrea Agnelli".

RICORSO JUVENTUS CALCIOPOLI- Sono passati quasi 13 anni dalle vicende di Calciopoli, ma la delicata tematica tiene ancora banco. E il legale Alberto Angeletti, che rappresentava il Coni, aveva ricordato che il Collegio di garanzia è competente solo per gli atti successivi al primo luglio 2014, quando con la riforma sostituì l'Alta Corte di giustizia sportiva e il vecchio Tnas, che nel lodo arbitrale del 2011 aveva dichiarato la sua "incompetenza".

Diversa la posizione degli avvocati di Inter e Figc, secondo cui l'allora commissario Rossi non fece altro che prendere atto della nuova classifica dopo le penalizzazioni e assegnare lo scudetto all'Inter, in quanto prima.

Made in Sud è in un lutto: l’estremo saluto sui social
In tanti in queste ore, nel mondo dello spettacolo piangono la scomparsa di Mauro Signore, 35enne attore e tecnico dell'audio. Ricordiamo che lunedì scorso, la nota trasmissione Made in Sud gli ha dedicato una puntata.

Cagliari furioso, il ds Carli: "Rigore assurdo, il Var è una barzelletta"
Il Corriere dello Sport analizza la prestazione arbitrale di Chiffi , che ha diretto il posticipo Napoli- Cagliari . Mi rompe le scatole quando diventano protagonisti , ci sentiamo presi in giro da una decisione cervellotica .

Unicredit, addio a Facebook e Instagram: "Valorizziamo canali proprietari"
Una decisione che era nell'aria ormai da diverso tempo ma è stata ufficializzata solamente a maggio. Ebbene, Unicredit ha annunciato che chiuderà i suoi account Facebook e Instagram .

Anche in questo caso, insomma, si è giunti ad un nulla di fatto, con il Collegio che ha al contempo "estromesso il CONI dal presente giudizio" e "condannato la società Juventus Football Club S.p.A.al pagamento delle spese in favore del CONI, liquidate nella misura di € 1.500,00, oltre accessori di legge, e ha disposto l'integrale compensazione delle spese nei confronti delle altre parti".

L'avvocato della Federazione Luigi Medugno aveva sostenuto proprio l'inammissibilità ricordando come la Juventus nel 2006 rinunciò all'impugnazione accettando l'accordo compromissorio presso la Camera di Conciliazione e arbitrato.

Share