Elezioni Europee, l’appello dei capi di Stato: votate

Share

"E' la migliore idea che abbiamo mai avuto".

"Le prossime elezioni europee saranno una sfida molto importante per tentare di arginare politiche e culture di destra che, assieme a razzismi e nazionalismi, sono avanzate in diversi paesi europei, e contemporaneamente, per delineare una alternativa alle politiche neoliberiste e di austerità che hanno caratterizzato gran parte delle scelte della attuale Commissione Europea" sottolineano in una nota da L'altra Faenza-. L'integrazione europea - scrivono i Capi di Stato - ha aiutato a realizzare la secolare speranza di pace in Europa dopo che il nazionalismo sfrenato e altre ideologie estremiste avevano portato l'Europa alla barbarie di due guerre mondiali.

Alla vigilia della Giornata dell'Europa e in prossimità delle elezioni europee il moderatore della Tavola Valdese, Eugenio Bernardini, il presidente della Chiesa evangelica della regione dell'Assia e Nassau(area di Francoforte), Volker Jung, i presidenti della Chiesa luterana e riformata in Polonia, Jerzy Samiec e Marek Izdebski, e il presidente della Chiesa dei Fratelli Boemi nella Repubblica Ceca, Daniel Ženatý, lanciano un comune appello a tutti i cittadini e le cittadine dell'Unione Europea (UE) affinché partecipino alle prossime elezioni che si svolgeranno dal 23 al 26 maggio 2019.

Era ora! AltaForte esclusa dal 32° Salone del Libro di Torino
E subito mi viene da chiedere che tipo di interlocuzione pensano di avere coloro che continuano a dirmi "bisogna andare e confrontarsi".

Ballando con le stelle di sabato 4 maggio 2019: anticipazioni
I tre tenori si confronteranno con una coreografia realizzata in pochissime ore che verrà votata dalla giuria presente in studio. Il punteggio, così ottenuto, sarà molto utile a una delle coppie in gara aiutandola a migliorare la classifica finale.

Ascolti Tv Auditel: Ballando con Milly, Rai1 riconquista il sabato sera
Mara Venier e gli 'auguri' inaspettati per Barbara D'Urso? Rai Uno I Soliti Ignoti ottiene 4.631.000 spettatori con il 18.1%. Terzo piazzamento per 'Made in Sud' su Rai2 con 1.783.000 spettatori e l'8.4% di share .

Se il tema immigrazione è tra quelli in chiave europea che più sembra egemonizzare i discorsi pre-elettorali, più silenzioso, ma comunque incisivo e rilevante, è per i cittadini europei il dibattito sui cambiamenti climatici. "Per loro non è una contraddizione amare il proprio villaggio, la propria città, regione o nazione ed essere al contempo convinti europeisti".

"La nostra Europa unita ha bisogno di un voto forte da parte dei popoli, ed è per questo che vi chiediamo di esercitare il vostro diritto a votare".

Share